Gioco legale e responsabile

DIZIONARIO DEL POKER

Donkbet


Openbettare fuori posizione contro colui che aveva bettato/raisato nella street precedente (quindi bettare in controtempo, anticipando la continuation bet dell’avversario). Ad esempio raisiamo preflop da CO e veniamo callati dal BB. Al flop il nostro avversario (primo a parlare in quanto BB) betta: in questo caso ci ha fatto una donkbet. Originariamente il termine donkbet nasce con un’accezione negativa (donkbet tradotto letteralmente significa puntata da asino), in quanto si riteneva che puntare per primi contro colui che aveva raisato preflop fosse una giocata stupida, con la quale si rischiava esclusivamente di venire raisati; attualmente, con l’evoluzione che ha subito il NLH (e il PLO) nel corso degli ultimi anni (una volta si raisava quasi sempre con carte buone, al giorno d’oggi i range di openraise sono molto più ampi), una donkbet può in realtà essere una giocata assolutamente valida (ed è infatti una delle tante “tecniche” utilizzate dai regulars), a patto ovviamente che venga utilizzata con i giusti criteri.
Talvolta, ma ormai sempre più raramente, il termine donkbet può essere utilizzato anche per indicare una puntata di importo particolarmente basso rispetto al piatto (ma in questi casi si usa solitamente il termine gaybet). La donkbet è anche detta leading o bet out.