GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Cash Game

Cole South, tracollo nel Pot Limit Omaha a 5 carte?

Scritto da
09/10/2014 20:31

6.401


Cole South, ancora oggi, è considerato fra i migliori giocatori al mondo, ai tavoli di cash game Pot Limit Omaha 6-max: nelle ultime ore però in heads-up sembra aver subito una batosta di quelle che non si vedono così spesso, contro l’australiano “HeadShotFyoV“.

E’ successo ai tavoli di PokerStars.com, e più precisamente al $25/$50 5 Card Pot Limit Omaha, una variante non certo popolare ma che a più riprese i regular dei tavoli high stakes hanno dimostrato di apprezzare.

Stavolta però lo statunitense non ha avuto troppe ragioni per sorridere, ed è stato anzi vittima di un contrappasso forse dettato dalla convinzione generale – ribadita a più riprese scherzosamente ma non troppo anche da Joe Ingram nel suo podcast – che non perda mai un all-in neppure per sbaglio, e che sia fra i giocatori di cash game più fortunati di sempre.

Che sia vero oppure no, di certo non è accaduto in questa occasione, e basta guardare una semplice immagine per rendersene conto, nella quale “cts687″ è in passivo di oltre venti buy-in.

cts-omaha

E’ risaputo che in heads-up sessioni cruente di questo tipo possano verificarsi, e probabilmente questo è ancora più vero in una variante come il Pot Limit Omaha 5 card, dove foldare è raramente un’opzione e gli stack finiscono nel piatto davvero spesso e volentieri.

Tra l’altro, dall’immagine si evince che la sessione sia ancora in corso nel momento in cui è stata “scattata”, quindi è più che possibile che Cole South sia rientrato almeno in parte delle perdite, nonostante riemerge da una sessione di questo tipo non sia mai una passeggiata di salute, neppure per un professionista navigato come lui.

Si sa anche poco del suo avversario, se non che non è certo la prima volta che compare ai tavoli di cash game high stakes, così come si è reso più di una volta protagonista durante il WCOOP, dove ha ripetutamente sfiorato il successo.

Quanto a “cts687”, in passato ha superato batoste neppure paragonabili a questa, e conoscendolo non ci metterà poi troppo a recuperare in qualche modo il “maltolto”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento