GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Iron · Sit & Go

Passaggio agli Heads-up sitngo (1° parte)

Scritto da
23/02/2011 18:08

11.519


Gli heads-up sitngo rappresentano sicuramente uno dei piatti forti dell’offerta delle nostre poker room online, ed è per questo che inizieremo da oggi col proporvi la traduzione di una guida tecnica all’uno contro uno realizzata dal giocatore “Seeking Perdition”.

“Pur non essendo un player particolarmente forte, credo di avere un’adeguata preparazione tecnica su questo gioco. E visto che in giro non ci sono molti articoli per gli aspiranti specialisti dell’heads-up, ho pensato che scrivere qualcosa in proposito sarebbe stato apprezzato. Devo dire che all’inzio il compito mi è parso semplice, ma poi, con il passare del tempo, mi sono invece accorto che più scrivevo e più idee nuove mi venivano sull’argomento.

Nella stesura di questi articoli, non solo sono migliorato come giocatore, ma sono anche salito di livello rispetto agli stakes soliti. Inoltre, ho iniziato a coachare qualche ragazzo e a prendere lezioni a mia volta. Esolorare e discutere con altri, dei vari aspetti del gioco, mi ha sicuramente aiutato parecchio, e quindi incoraggio anche voi a fare lo stesso.

Gli heads-up sitngo (in breve HUSNG), ai micro e small stakes, attraggono particolamente quei giocatori di cash game che vogliono migliorare nel testa a testa e che vogliono skillarsi su altri aspetti quali ad esempio l’hand-reading. E ciò è dovuto al fatto che sulle varie room ci sono partite con buy-in e rake più basso rispetto all’heads-up cash. L’uno contro uno è un gioco molto intenso e che espone Hero a più situazioni marginali rispetto al 6-max o al fullring.

E’ il terreno ideale di studio per i giocatori intermedi che hanno una buona infarinature dei concetti di base ma che vogliono arrivare ad una comprensione più elevata del gioco. Io lo consiglio vivamente questo percorso. D’altronde, potrebbe capitarvi una succulenta sfida testa a testa con un fish e quindi vorrete essere pronti per l’evenienza.

Cercherò di fornirvi informazioni sufficienti per destreggiarvi in questa specialità. Gli HUSNG non sono facili da padroneggiare, ma il livello medio agli stakes bassi è abbastanza soft che un qualsiasi giocatore con bankroll adeguato potrà incrementarlo ragionevolmente dedicandosi soltanto ad essi. Presupponendo un livelo decente di conoscenza delle teorie di base del poker e del proprio linguaggio tecnico, i miei articoli s’indirizzeranno soprattutto verso quei i giocatori che si stanno spostando dai tavoli di cash game 6-max o fullring all’heads-up.” (continua)

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento