GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Tornei · Visitatore

MTT online: strategia di gioco (1° parte)

Scritto da
25/03/2011 15:19

19.958


Dopo la lunga ed interessante serie di articoli sui sit’n’go, il Pro di PokerStars ed autore di “Kill Phil” e “Kill Everyone”, Lee “Final Table” Nelson, torna ad occuparsi del suo main game con una guida strategica completa per i tornei multitavolo online, a partire dall’early stage e sino al final table passando per le fasi intermedie e la zona bolla.

“Così come abbiamo fatto per i sit’n’go, andiamo a definire le diverse categorie di mani a cui faremo riferimento in tutti gli articoli di questa guida agli MTT online. Le starting hand non presenti nelle varie categorie dovrebbero di solito essere scartate, a meno che non vi troviate sul big blind e possiate vedervi il flop senza dover aggiungere altre chips oppure nel caso in cui siate di piccolo buio e ci siano stati talmente tanti limp da ricevere ottime odds per completare la puntata.

Inoltre, un altro motivo per giocare mani più deboli di quelle previste nella categoria 8 sarà quando il vostro stack risulterà pari a 4 o meno volte il CPR, tutti foldano prima di voi e siete in posizione di hijack, cutoff o bottone. In tali situazioni, dovrete pushare con qualsiasi due carte.

Prime fasi di un torneo
Finchè non entrano in gioco le ante, non sarà troppo conveniente provare spesso a rubare i bui. In generale, avrete un numero sufficiente di chips per giocare, e quelle in più derivanti da un eventuale steal saranno pressoché insignificanti.

Il vostro obiettivo, nelle prime fasi del torneo, dovrebbe essere invece quello di floppare qualcosa di abbastanza forte da vincere un bel piatto. Per completare questa missione, varrà la pena vedere flop poco costosi con mani di media forza, mentre non raccomando lo slowplay con le big pair.

Nel Texas Hold’em, le vere premium hand sono soltanto AA e KK, non solo perché capitano in mano ai giocatori piuttosto di rado ma anche perché sono le uniche due che hanno notevoli possibilità di vittoria senza dover necessariamente migliorare ad un punteggio più alto.

Visto che non le troverete spesso nelle vostre hole card per ogni singolo evento, la sfida per voi sarà quella di riuscire a far mettere pre-flop quante più chips possibili. Giocatele aggressivamente perché anche mani come queste non funzionano bene in piatti multi-way, e limitare il numero di avversari nel piatto vi porterà notevoli benefici.” (continua)

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento