Gioco legale e responsabile

Altra Strategia

Cash game e Stack-to-Pot Ratio (4° parte)

Scritto da
20/04/2011 07:12

5.118


Con l’articolo di oggi, concludiamo la traduzione del post strategico sullo Stack-to-Pot Ratio realizzato dall’utente DonkDonkDonkDonk del forum di TwoPlusTwo.

“Decidere se 3-bettare o meno può essere difficile da fare. Ricordatevi che le persone hanno la tendenza a chiamarle, specialmente se in posizione. Pertanto, prima di piazzare un re-raise dovreste pensare ‘Se vengo callato, mi troverò in un piatto con un SPR basso‘, e poi dovreste anche chiedervi ‘Con le mie carte e posizione, voglio entrare in questo piatto contro quell’avversario e il suo calling-range?’

Spesso mi capita di vedere persone che 3-bettano con roba tipo KJ offsuit dallo small blind e quando ricevono poi il call si chiedono cosa cavolo hanno combinato visto che quella mano lavora male contro il range dell’altro. Beh, a quel punto è ormai troppo tardi per un ripensamento: avrebbero dovuto pianificare il tutto prima di procedere considerando ogni diversa possibilità.

Gli SPR bassi di solito rendono le decisioni più semplici da prendere, ma a volte possono invece complicarle in caso di mani marginali ed in gioco da OOP. In alcune occasioni, flat-callare invece di 3-bettare può essere la mossa più corretta se siete deep:

MP1: $44.00
MP2: $14.40
CO: $61.65
BTN: $33.90
SB: $44.55
Hero (BB): $130.00
UTG: $54.15
UTG+1: $120.20 11/9 con 81% fold to 3-bet
UTG+2: $50.25

Pre Flop: ($0.75) Hero is BB with a a
1 fold, UTG+1 raises to $1.50, 6 folds, Hero calls $1.00

In questo caso, anche se abbiamo una coppia di Assi e vogliamo estrarre più valore possibile, ritengo che flattare sia una buona giocata. Se 3-bettiamo a 5.50 $ e l’altro ci chiama, prepariamo un piatto con un SPR di 11 che è piuttosto vicino a quota 13, e quest’ultimo è un valore non buono per la nostra mano soprattutto contro un avversario tight.

Se facciamo solo call, l’SPR sarà di 36 è quindi molto meglio per le nostre carte poiché rimuove la paura di essere stackati da una mano più forte visto che non andremo rotti se non con almeno un set. 3-bettare in questo spot gli darà odds decenti per callare con coppie più basse e noi ci troveremo OOP con un cattivo SPR a combattere contro un giocatore che agirà in maniera pressoché perfetta contro una overpair. Inoltre, lui non andrà rotto pre-flop a meno che non abbia anch’egli i pocket aces.

Ricordatevi sempre che nel poker ci sono 3 possibili vantaggi che potrete avere nei confronti di altri avversari:

  • Vantaggio di abilità
  • Vantaggio di posizione
  • Vantaggio di carte

In generale, se avete dalla vostra parte il primo o il secondo di quelli elencati, allora potrete permettervi SPR più alti poiché vi garantirete più spazio di manovra per sfruttarli. Se avete soltanto il favore delle carte, provate a puntare ad ottenere SPR più bassi poiché abilità e posizione sono elementi che ricoprono sempre meno importanza man mano che l’SPR presenta valori inferiori. Se non avete nessuno dei tre vantaggi, foldate tranquillamente.”

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento