GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Come pensano i Pro

Andrea Crobu analizza un bluff nel The Bigger: “L’overbet negli MTT è molto efficace”

Scritto da
19/04/2017 13:00

3.670


Lo scorso lunedì Andrea Crobu ha “sbollato” il final table del The Bigger da €250 di Pokerstars.it, uno dei tornei con il maggior numero di regular tra gli iscritti. Nonostante la chiplead a 9 left, “ANTIREGS87” è stato eliminato in nona posizione, incassando €573. Final table sfiorato a parte, Crobu è contento del risultato soprattutto perché frutto di un bluff messo a segno a 35 left che ha dato la svolta al suo torneo. Lo ha analizzato per Assopoker, street by street.

Lottomatica offre, in esclusiva per tutti i lettori di Assopoker, un Bonus immediato di 30€. Registrati subito ed inserisci il codice SUPER30!

multiprodotto_300x250_ita

Andrea Crobu analizza un bluff con overbet al The Bigger

35 left, 17 ITM, blinds 300-600

Preflop:

Oppo (stack: 40.000) rilancia a 1.320
ANTIREGS87 (stack 43.000) chiama dal cutoff con 10 9

“In questo mano abbiamo davanti un oppo sconosciuto, che in base alle stats dovrebbe essere un reg. Entrambi abbiamo stack molto deep, quindi in questo caso a volte 3betto a volte flatto“.

“Qua ho preferito flattare perché stavo 3bettando parecchio lag in quel momento e non volevo espormi a una 4-bet con una mano che gioca bene in posizione postflop. Inoltre, dopo di me il bottone giocava con 20x e su una mia 3bet poteva reshovare un po’ più largo dato che avrebbe avuto più dead money. Contro il mio range di 3bet avrebbe brokato più largo del normale”.

“Considerando questi due fattori, qua mi piace flattare perché così ho anche un range di trapping, proprio perché sia io che oppo siamo consapevoli che il bottone potrebbe stealare il pot pushando i suoi 20 bb”.

Ma il bottone folda, così come tutti gli altri giocatori. ANTIREGS87 e il suo avversario giungono sul flop.

antiregs

Flop: a 8 3

4.100 chips nel pot

Oppo fa check
ANTIREGS87 punta 1.353 chips
Oppo chiama

“Al flop siamo in heads-up. Lui checka e a questo punto decido di bettare 1/3 pot. Scelgo questa size perché Oppo qua è in check/fold con tante mani e vincerei il pot subito investendo poco. Ovviamente bisogna essere bilanciati con questa size. Alla fine lui check/calla come mi aspettavo, perché penso che se avesse avuto un bluff l’avrebbe c- bettato”.

“Aggiungo anche che abbiamo un po’ di equity per ribettare su turn come Jack, 6 o 7 che ci danno gutshot. A volte potremmo ribettare anche sui 9 e i 10 perché potremmo essere buoni contro i suoi 8x o le volte in cui check/calla con K-high+backdoor”.

“A questo punto il suo range è ancora indefinito: può avere flush draw, 8x, 99+ Axs+,Kd Q/J, A9+ e anche un range di trapping ovviamente, composto, diciamo, da KQ/KJ/KTss”.

Turn: 5

6.806 chips nel pot

Oppo fa check
ANTIREGS87 punta 9.460
Oppo chiama

“Il Turn 5 apre un doppio flush draw e lui checka. Qua decido di overbettare perché penso di essere bilanciato al meglio quando faccio questa mossa: potrei farlo non solo con i set e A8/A3/A5s ma anche con AQ/AK per estrarre il massimo valore dal suo calling range. Con l’overbet ho anche buone possibilità di vincere il pot al turn dato che mi aspetto che foldi spesso 99+, gli 8x e le altre mani come KdQ/KdJ. Penso che passi anche KQ/KJ/KTs dato che è fuori odds”.

“La cosa importante qui è che lui chiamando l’overbet al turn sta praticamente dichiarando di avere un range molto forte, quindi sa che al river non blufferei quasi mai. Anche per questo motivo ho overbettato: volevo crearmi una esatta pot-size bet al river, perché so che molti giocatori in questo spot chiamano turn e foldano river se continui a spingere. È un piano abbastanza standard che a volte utilizzo pure io”.

“Dopo il suo call al turn, abbiamo davvero un range definito: Axs+ (come A2/A4 che ha pure gutshot), A9+ e mettiamo sempre e comunque il range di trapping di prima”.

Andrea Crobu, qua con Luigi Curcio, Antonio Bernaudo e Davide Marchi

Andrea Crobu, qua con Luigi Curcio, Antonio Bernaudo e Davide Marchi

River: q

25.726 chips nel pot

Oppo fa check
ANTIREGS87 va all-in per 28.480 chips effettive
Oppo folda

“La Donna al river non è bellissima perché nel suo range può avere AQ, però, in base ai ragionamenti fatti nelle street precedenti, davanti al suo check non posso far altro che shovare. Ho un range percepito troppo forte ai suoi occhi, lui ha più combo che check/foldano che quelle che check/cryngcallano o check/callano”.

“Infatti, per come ha giocato escludo i set e il range di check/call è AQs e off, A3s, A5s e A8s, mentre quello di check/fold è davvero largo: tutti gli Axs+ e A9o+ che apre da quella posizione. Nel caso in cui avesse giocato tricky e avesse i set, chapeau a lui, così come A-Q. Alla fine, però, come mi aspettavo, ha utilizzato tutto il timebank per poi foldare“.

L’overbet, un’arma sempre più utilizzata dai top player

Come abbiamo visto in molti report sugli High Stakes Online, sempre più top player utilizzano la overbet nel No-Limit Hold’em. Una mossa che sta diventando largamente utilizzata nel cash game, ma che ha i suoi pregi anche negli MTT.

È un’arma a doppio taglio perché prendi il massimo value ma di conseguenza puoi anche perdere i massimi“, spiega “ANTIREGS87”. “Bisogna essere super bilanciati per avere un range davvero illeggibile e non farsi exploitare dall’avversario. Io la utilizzo tantissimo soprattutto in heads-up ma anche negli MTT live dove il field è davvero basso e quando sai che hai davanti un signorotto anziano che è pronto a investire le sue chips con la sua top pair sai che è il momento giusto di overbettare. Ovviamente contro il field del live tengo a essere sbilanciato verso il value perché sono davvero poche le mani che giocherò contro un field live e non ho bisogno di avere un range bilanciato contro di loro”.

Supera il test che misura le tue capacità al tavolo di poker. Ottieni subito BANKROLL e COACHING

betsense

 

Se parliamo di scontri reg vs reg, l’overbet è ormai un’arma fondamentale anche sul .it, ma Crobu nota che è utilizzata quasi esclusivamente nel cash game: nei tornei, tanti non hanno ancora compreso il valore di questa puntata.

“È davvero fastidioso giocare contro dei player che la usano spesso, se sono bravi a farlo. Ho giocato spesso contro questo tipo di giocatori, sopratutto stranieri che grindano sul .it, mentre la vedo utilizzare pochissimo negli MTT. Eppure penso che nei tornei sia davvero efficace, perché a volte un call può spostare l’intero torneo e i tuoi avversari non metteranno mai dentro 40/50 bb al buio in scioltezza. Per questo motivo molti di loro aspettano spot migliori e passano, proprio come in questo caso”.

“Nel cash game un reg che gioca GTO in questo spot chiamerà molto più largo, poi vedrà lui se farà profit o no sul lungo periodo e si aggiusterà di conseguenza. Se chiama e gli va male ricarica i suoi 100x e si rigioca, mentre MTT purtroppo non si può (a meno che non sia un rebuy). Anche per questo motivo l’overbet può essere molto efficace nei tornei”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento