Gioco legale e responsabile

Altra Strategia

Vendere l’action per i tornei di poker: perché è meglio frammentare le quote

Ci sono parecchi giocatori professionisti, per lo più torneisti, che vendono parte della propria action frammentando i rischi della varianza

Scritto da
22/01/2021 18:00

579


Vendere l'action per i tornei

Vendere l’action per i tornei

È un fatto ben noto che molti giocatori di poker, soprattutto i torneisti, non giocano completamente da soli con il proprio denaro, specialmente quelli che giocano a tempo pieno e decidono di vendere la propria action.

Vendere la propria action, perché?

C’è così tanta varianza nei tornei che spesso cerchiamo fondi dagli investitori per distribuire adeguatamente rischi e ricompense.

Molti giocatori che vendono action scelgono di cercare un finanziatore individuale, ma questo è un approccio che alcuni dei giocatori più forti hanno sempre evitato. 

Preferiscono invece vendere a più investitori. E adesso andiamo a scoprire i motivi.

Consulta il confronta bonus delle principali poker rooms legali italiane: CLICCA QUI

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Non vengo controllato da un solo giocatore

Mi è sempre piaciuto giocare per conto mio piuttosto che essere sostenuto da altrui finanze perché sono un maniaco del controllo. 

Sono entrato nel poker per avere il controllo su quando e dove lavoro. Questo non è possibile se hai un solo finanziatore con requisiti piuttosto alti di volume con cui devi fare accordi per il buy-in.

La vendita di action a più investitori è diversa. Mantengo il controllo sulla frequenza con cui gioco e su quali tornei giocare. Se decido di non giocare un torneo, posso semplicemente comunicarlo ai miei investitori e basta. Se decido di prendermi tre mesi di pausa, posso farlo anche perché non ho un finanziatore che si aspetta che io giochi quanto lui vorrebbe.

Gestisco le perdite più facilmente

Notizie Flash: perdere fa schifo. Non c’è modo di aggirare questo enunciato, ma ho scoperto che fa schifo il doppio quando perdo i soldi di qualcun altro.

Una volta sono stato finanziato da un amico per partite di cash game dal vivo e ho perso l’intero stack più di una volta. Provo ancora un senso di colpa per questo. 

Ho perso molte volte così tanti dei miei soldi senza rimpianti, ma non riesco a superare il fatto che un amico subisca una perdita così grande.

Questo non accade quando vendi action a più investitori. In genere contatto tra 10 e 20 investitori, ognuno dei quali ottiene una piccola percentuale della mia azione. Quando perdo, il colpo che ogni singola persona subisce è abbastanza piccolo da non provare quel senso di colpa.

Posso addebitare un markup sulla mia action

Il markup è il costo che addebiti agli investitori per acquistare una parte della tua azione. 

Diciamo che voglio giocare a cinque eventi da $ 400 (per un totale di $ 2.000). Posso vendere pezzi fino al 2 percento agli investitori per $ 40 ciascuno. Tuttavia, questo prezzo sottovaluta il lavoro che ho fatto per diventare un giocatore sul quale si può investire in modo redditizio o il tempo e gli sforzi fisici che investirò nel torneo.

Per tenere conto di ciò, aumenterò il prezzo della mia action di (diciamo) un plus di 1.2x.

CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

 Quindi, invece di pagare $ 40, gli investitori pagherebbero $ 48 per una quota del 2% della mia intera action. Quegli $ 8 extra sono miei e il mio investitore ottiene il 2% delle vincite dai tornei. 

Non è molto, ma compensa in qualche modo il fatto che devo sedermi e giocare attivamente al torneo mentre guadagno passivamente per l’investitore.

Posso dare ai miei amici del pathos significativo ma senza stress

Penso di avere alcuni dei migliori amici nel mondo del poker. La maggior parte di loro sarebbe felice di tifare per me al tavolo finale, semplicemente perchè sono amici, ma l’esperienza è ancora più dolce per loro se hanno una parte della mia action.

Per me, avere 10 ragazzi ciascuno con il 5% delle mie quote che mi fa il tifo è molto meno stressante che avere un ragazzo con il 50% della mia azione. 

Nel primo caso, immagino che i miei investitori sarebbero in disparte a bere qualcosa e divertirsi. Nel secondo caso, un solo investitore potrebbe essere in difficoltà e mi sentirei responsabile per ottenere un premio importante che salvi la sua estate!

Conclusione

Si spera di aver chiarito perché preferisco vendere percentuali minime piuttosto che ottenere un investimento importante. 

Detto questo, ci sono molti buoni motivi per giocare con un solo sostenitore che possono essere applicati ad alcuni giocatori anche se non vanno bene per me.

Alla fine della fiera, i giocatori dovrebbero esaminare tutte le opzioni e decidere da soli qual è la soluzione migliore per la propria situazione.

Carlos Welch per Pokernews