Gioco legale e responsabile

Business

Il New Jersey sceglie: meglio la marijuana del poker online!

Scritto da
06/02/2014 16:07

3.168


Nel New Jersey, il poker online è tornato a essere legale ormai da novembre ma da un recente sondaggio, i cittadini del Garden State preferirebbero tornare al passato riguardo al gambling virtuale

Nessun ripensamento invece per l’utilizzo lecito della marijuana (al momento è possibile farne uso solo per scopi terapeutici). Il sondaggio è stato condotto dalla Farleigh Dickinson University e da quanto è emerso, il 41% degli abitanti del New Jersey sono a favore della sua legalizzazione, a patto che la si usi in piccole quantità. Solo il 32%, invece, è a favore della legalizzazione del gioco online.

atlantic-city-casino

“Per molti anni l’opinione pubblica aspettava con ansia il gioco d’azzardo online”, ha affermato Krista Jenkins, la dottoressa che si è occupata del sondaggio. “Ma ora le cose sono cambiate, adesso che tale pratica è stata effettivamente legalizzata. Una parte dell’opinione pubblica si è sempre dimostrata riluttante nei confronti della possibilità che il gambling diventasse così accessibile anche a casa. Ora che in effetti è legale, la preoccupazione potrebbe aumentare più che mai”.

Cosa piuttosto ovvia, il più alto tasso di persone a favore del gioco online lo si è riscontrato tra coloro i quali hanno visitato un casinò, almeno una volta nel 2013. Inoltre, il sondaggio ha scoperto che mentre il 67% delle donne vede di cattivo occhio il gambling in rete, solo il 47% degli uomini la pensa allo stesso modo.

Nel complesso, il 57% degli intervistati ha risposto d’essere contrario al riconoscimento legale del poker online, dato in crescita rispetto al 46% di marzo 2013, quando la stessa università propose il medesimo sondaggio.

“Gli operatori dell’e-gaming del New Jersey hanno effettuato una pesante campagna marketing, attraverso numerosi media, per farsi conoscere”, ha dichiarato il professor Donald Hoover. “Questi numeri possono riflettere una certa intolleranza al gioco online, scaturita dalla natura e dal volume degli inserti pubblicitari”.

Così, mentre il supporto al gioco su internet sta scemando, l’atteggiamento nei confronti della legalizzazione della marijuana sembra andare nella direzione opposta. Il sondaggio ha rivelato come il 41% delle persone a favore, fa effettivamente uso moderato di questa sostanza, rispetto al 52% di chi è contrario all’idea. Ricordiamo che, attualmente, nel New Jersey è possibile utilizzare la marijuana solo a scopi terapeutici.

A tal proposito, la dottoressa Jenkins ha sottolineato: “Questi numeri indicano la possibilità che esista un terreno fertile, nello stato, per chi intende espandere la legalizzazione della marijuana oltre lo scopo terapeutico”. E ancora: “I legislatori terranno sicuramente d’occhio questo cambio d’opinione pubblica, soprattutto quando la differenza percentuale tra favorevoli e oppositori si avvicinerà al 50/50. Ad oggi, tuttavia, la maggioranza rimane contraria”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento