Gioco legale e responsabile

Business · casino

Coronavirus: Macao in ginocchio, i casinò aumentano i controlli ma si parla di una chiusura imminente ed in Borsa…

Due casi di Coronavirus anche a Macao ed il Governo locale non ha escluso una chiusura dei casinò, i quali si sono già dotati di screening per controllare oltre 450 ingressi.

Scritto da
24/01/2020 14:30

3.968


Sono stati annullati i festeggiamenti per il Capodanno cinese non solo a Pechino ma anche a Macao a causa del Coronavirus, l’epidemia di polmonite asiatica che ha già provocato 25 vittime e messo in allarme tutto il mondo.

A Macao sono stati registrati i primi due casi che hanno fatto alzare l’asticella di allerta dei casinò-resort. Le grandi catene presenti a Macao hanno riscontrato forti perdite in Borsa, con le azioni in picchiata per Las Vegas Sands, Wynn Resorts, Melco e MGM.

Le autorità locali dell’ex colonia portoghese hanno contattato le sei principali società di gioco per introdurre all’ingresso delle sale, degli screening per misurare la temperatura degli ospiti (come avviene negli aeroporti). E proprio da un controllo in un casinò è stato riscontrato il primo caso di polmonite in un uomo di 66 anni proveniente da Wuhan. E sempre dalla medesima città (epicentro del nuovo virus) è arrivata infetta una donna di 52 anni. Entrambi sono ricoverati ed in isolamento: i due pazienti sono stati classificati ad alto rischio.

La situazione però sembra più grave di quanto si apprende dalle cronache dei giornali, almeno ad ascoltare le dichiarazioni ufficiali delle autorità locali che ipotizzano anche una totale chiusura dei casinò “se la situazione di contagio dovesse peggiorare in città”. In una conferenza stampa il Governo di Macao ha ammesso: “non escludiamo questa possibilità”. Altro che Big Game (a Macao si gioca una delle partite più ricche del cash game mondiale).

Wuhan è la città epicentro del virus ma Pechino e Shanghai sono state duramente colpite. Il coronavirus si è esteso anche negli Stati Uniti, in Thailandia, nella Cora del Sud, in Giappone, Taiwan, in Scozia (3 casi sospetti) ed anche a Bari c’è una paziente che è stata messa in isolamento (ma non dovrebbe trattarsi del virus che sta spaventando tutto il Mondo).

I casinò a Macao si stanno organizzando: sono già stati predisposti controlli con screening in 405 ingressi per gli ospiti e in 47 entrate per il personale. L’allerta è alta mentre la Borsa prevede un calo delle revenues per le prossime settimane, considerando che le azioni delle società di gioco sono drasticamente calate:

  • MGM Resorts International -6,2%
  • Melco Resorts & Entertainment Limited -9,6%
  • Wynn Resort -6,1%
  • Las Vegas Sands Corp -5,4%

Milioni di dollari bruciati di capitalizzazione, con ribassi molto pesanti. Gli analisti di Bernstein hanno avvertito che l’epidemia potrebbe avere un impatto duraturo sugli operatori di gioco di Macao e nell’ex colonia portoghese già toccano ferro, ma non sono i soli…

Tag: ,

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento