Gioco legale e responsabile

Business · casino

Decreto Dignità: il mercato legale paga dazio, casinò down a ottobre, poker -13,5%, migrazione dei flussi verso l’estero

Si sentono gli effetti dell'entrata in vigore del ban della pubblicità sull' online: frenano la loro crescita i casinò online, in forte flessione il poker a torneo.

Scritto da
05/11/2019 16:03

3.566


Come previsto, gli effetti del Decreto Dignità e del divieto totale della pubblicità iniziano a sentirsi in modo pesante nel mercato del gioco legale, con uno spostamento sempre più marcato dell’offerta verso l’offerta internazionale (casinò e rooms cinesi in testa). Una migrazione sempre più forte e diffusa, testimoniata anche dai numeri ufficiali.

Nel mese di ottobre i casinò online legali per la prima volta mostrano una “crescita” solo dell’ 1% della crescita della spesa rispetto allo stesso periodo del 2018.

Un dato che fa riflettere: i casinò games ci avevano abituato ad un aumento costante a doppia cifra (da quando sono stati introdotti nel mercato regolamentato) per via dell’emersione del black market (era noto il fenomeno di gamblers italiani che giocavano sulle piattaforme internazionali attratti dagli alti jackpot quando le slot online non erano ancora autorizzate).

Il poker (solo i tournaments hanno perso oltre il 13%) ha risentito ancora di più della nuova legge (entrata in vigore al 100% solo a luglio 2019): i dati sono allarmanti e senza liquidità condivisa, la migrazione di molti giocatori verso l’estero pare un dato di fatto.

 

Casinò Online: PokerStars in testa, cresce Planet

La spesa nei casinò online nell’ottobre 2018 è stata di 64,9 milioni di euro, mentre quest’anno è stata di 65,7 milioni. Pensate che la crescita annuale ha una media del 12% ma il primo mese non “estivo” – nel post decreto dignità – presenta un saldo dell’1% e rischia di essere molto indicativo.

Tra gli operatori che sono cresciuti di più c’è PlanetWin365 (crescita nella spesa superiore al 40%). PokerStars ribadisce la sua leadership di mercato, molto bene Sisal, Snai e 888.

Le quote di mercato dei principali casinò online legali italiani:

  • PokerStars 10,6%
  • Sisal 9%
  • 888 7,3%
  • Eurobet 6,8%
  • PlanetWin365 6,2%
  • Bwin-GdPoker 5,3%
  • Betfair 1%
  • NewGioco 0,8%

 

Poker Tournaments

Mercato in discesa per i tornei di poker online. Spesa a ottobre pari a 5,8 milioni di euro, un bel passo indietro rispetto ai 6,7 milioni di settembre 2018. Calo di oltre 13 punti percentuali. Le quote di mercato delle principali rooms legali:

  • PokerStars 58%
  • Sisal 7,5%
  • Snai 5,60%
  • Eurobet 3,7%
  • 888 2%
  • NewGioco 0,8%
  • PlanetWin365 0,6%

 

Cash game online

Spesa in calo anche per il cash game con un margine di 4,9 milioni di euro (-7,5% rispetto allo stesso periodo del 2018). Crescita interessante per NewGioco. PokerStars rimane leader ma la piattaforma di PlanetwWin365 è la seconda.

  • PokerStars 43,4%
  • Planetwin365 6,7%
  • Sisal 5,6%
  • Snai 5,3%
  • 888 4,3%
  • NewGioco 3,9%
  • Eurobet 2,7%
  • Bwin-GiocoDigitale 1,8%
  • Betfair 0,2%

 

NOTA BENE: LE FONTI SONO UFFICIALI

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento