Gioco legale e responsabile

casino

Gonzalo Pelajo, l’incubo dei casinò iberici: sfruttava le imperfezioni della roulette

Le storie sui Casinò si moltiplicano nel corso degli anni. Alcune romanzate, altre inventate e molte vere. Uno dei casi più eclatanti è stato senza dubbio quello di Gonzalo Garcia Pelajo. Un "avvoltoio" spagnolo che sfruttando le imperfezioni delle roulette sbancò nei casinò iberici. Insomma un vero problema per le case da gioco in terra spagnola. Ma non sempre tutto finisce bene. 

Scritto da
13/03/2020 16:00

5.710


Il cecchino delle roulette

Gonzalo Pelajo è un caso che ha fatto discutere molto nel settore del gioco. C’è chi lo cataloga come un abilissimo truffatore e dunque, pur sempre un delinquente e chi invece lo considera un semplice opportunista. Un dibattito acceso fra colpevolisti e innocentisti, dove quest’ultimi si appellano alle imperfezioni delle Roulette come ancora di salvataggio. Quel che è certo, Gonzalo Pelajo sfruttava proprio l’imperfezioni delle roulette per sbancare e mettere in ginocchio i casinò. Una situazione sicuramente borderline, ma che vale la pena essere raccontata.

Gonzalo ha due passioni: i numeri e le Roulette. Frequentando i casinò di Madrid e della Spagna in generale, ad un certo punto decide di unire le suddette passioni. Così segna per giorni tutti i numeri che escono sulle roulette e si rende conto che alcuni numeri hanno frequenza ben più alta di altri. In un primo momento pensa ad una sorta di “truffa” da parte dei casinò, con ad esempio qualche piombo piazzato sotto al roulette. Ma dopo una seconda attenta analisi scarta l’ipotesi, in quanto erano troppi i casi. Insomma, sarebbe stata troppo lampante come “truffa”.

Gonzalo Pelajo per numerosi giorni torna nel casinò madrileno e se con un occhio segna tutti i numeri, con l’altro inizia a capire la soluzione al suo quesito. Essendo roulette non proprio di recente costruzione, capisce che queste hanno delle leggere, ma decisive imperfezioni tecnico-strutturali che fanno si di avere una più alta frequenza di uscita di alcuni numeri che di altri. E qui, scatta la seconda parte del suo piano.

Sbancare è la parola d’ordine

Gonzalo Pelajo una volta scoperte le imperfezioni delle roulette, opta per sfruttarle a suo favore. Punta in maniera decisa i numeri con più alta frequenza e inizia a sommare vincite su vincite. Il colpo reale lo sferra in una notte rimasta negli annali dei casinò. Sbanca nel vero senso della parola, per oltre 600 mila euro al cambio odierno. Ma una vincita così netta e in poco tempo, non può che destare qualche sospetto nei responsabili del casinò. Come può un pacifico “segnatore” di numeri, vincere una montagna di soldi e in poche ore?

Gonzalo Pelajo sa di aver probabilmente minato la sua presenza all’interno del Casinò di Madrid e quindi inizia a girovagare per le altre sale da gioco del paese. Barcellona, Valencia, Marbella e così via. Giorni di appostamenti, numeri segnati, studio e se i dati sono simili a quelli di Madrid, ecco che Gonzalo si lancia nella mischia. Altre puntante, altri numeri presi e altre vincite. Si narra che fosse riuscito a vincere l’equivalente attuale di 2 milioni di euro.

Bonus Casino

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.
Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Peccato capitale

Gonzalo Pelajo a fine anni ’80 poteva contare su un bottino di circa 3 milioni di euro, se paragonati appunto al cambio attuale. Una cifra enorme per l’epoca, per un Paese come la Spagna che si avvia a voltare pagina storica e soprattutto a puntare un boom economico senza precedenti per il paese. Per la serie avrebbe potuto vivere come un Re. Ma come spesso accade chi troppo vuole, nulla stringe. L’ingordigia di mettere assieme altri danari lo porta a spiccare il volo verso Las Vegas.

In precedenza aveva scoperto che in alcuni casinò di Sin City erano presenti roulette dello stesso tipo di quelle usate in Spagna. In mezzo ad un numero altissimo di giocatori, rispetto a quelli presenti nei casinò iberici, la sua speranza era quella di vincere senza destare sospetti. Una volta arrivato nella città del peccato, Gonzalo attua la solita procedura e dopo qualche giorno sferra il colpo.

Nel giro di 12 ore accumula la bellezza di 2 milioni di dollari, prima che dai piani alti del casinò qualcuno imponga lo stop allo spagnolo. Pelajo viene fermato e sottoposto ad una serie di domande. Impossibile che si tratti di sola fortuna. Così l’uomo svela il suo trucco. Non essendoci però all’epoca una normativa su casi del genere, il Casinò è costretto a pagare la cifra, dopo il processo per direttissima subito dall’uomo. Sarà proprio questo caso a spingere il legislatore del Nevada a scrivere una norma in tal senso per proteggere i Casinò.

Gonzalo Pelajo, riottenuta la vincita si è visto bannare a vita da tutti i Casinò di Las Vegas, mentre le news della sua vicenda erano arrivate anche in Spagna. A loro volta i casinò spagnoli hanno vietato l’ingresso a Gonzalo che si è trovato bannato anche dalle case da gioco del suo paese. Per anni l’uomo ha difeso la sua strategia: l’imperfezioni delle roulette a suo dire, sono un vantaggio lecito per quei giocatori in grado di coglierlo. Una storia infinita e che pure ai giorni nostri continua a far discutere.

Nota Bene: la storia che vi abbiamo appena raccontato non deve essere per nessun motivo fonte di ispirazione o di emulazione. Sfruttare delle imperfezioni nelle roulette è considerato ad oggi un reato penale. Punibile dalla legge con ammende e in certi casi il carcere. Dunque, non imitatelo mai. 

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento