Gioco legale e responsabile

Live

“Annie Duke? Il flop della Epic Poker League non è colpa sua”

Scritto da
02/10/2014 15:08

5.260


skrillIn un’intervista rilasciata a Lee Davy di CalvinAyre, Matt Savage, noto ed apprezzato tournament director, ha parlato della scomparsa della Federated Sports & Gaming e del suo progetto principale, la Epic Poker League. Savage ha raccontato del suo coinvolgimento nel gruppo, sottolineando in particolare come i due attori principali, Annie Duke e Jeffrey Pollack, non hanno colpe nel fallimento della FS&G.

“Di per sé, gli eventi erano fantastici” – ha detto Savage riferendosi alla EPL – I field erano piccoli, ma i giocatori venivano seguiti con grande cura”. Tra i vantaggi dei player, stanze gratuite al Palms Hotel e montepremi aggiuntivi. Secondo Savage, la Epic Poker League avrebbe potuto cambiare l’industria.

Savage ha riconosciuto che FS&G ed Epic erano partite con grandi difficoltà da affrontare: I costi erano altissimi. Dal set, ai tempi televisivi, alla produzione e sì, al denaro aggiunto ai montepremi. Sapevo che le spese iniziali sarebbero state molto dure da sostenere e da superare”.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Pungolato sui possibili artefici della disfatta di questo ambizioso progetto, Savage non ha però puntato il dito contro nessuno: “Era una bella idea che non ha funzionato. Non penso, come altri invece fanno, che ci sia qualcuno da biasimare di particolare”.

Annie Duke

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Neppure, come detto, i due giocatori di cui sopra, in particolare quella Annie Duke attaccata da più parti, per svariati motivi. “Annie ha cercato con tutte le sue forze di fare la cosa giusta per i giocatori, ma ha dovuto affrontare la gogna dell’opinione pubblica. Macchiata dallo scandalo Ultimate Bet, schiacciata dagli insulti di Daniel (Negreanu, ndr) e dai commenti negativi sulla EPL e su come sarebbe fallita”. Savage ha le idee piuttosto chiare: Annie non ha nessuna colpa per il fallimento di Epic.

Ricordiamo come la Federated Sports & Gaming abbia introdotto la Epic Poker League nel 2011. una lega professionistica che racchiudeva alcuni dei migliori giocatori al mondo. Inizialmente i piani prevedevano quattro tornei da $ 20.000, più un Tournament of Champions, gratuito, da 27 giocatori con 1 milione di dollari garantiti.

In realtà, la EPL fu cancellata dopo il terzo evento, a dicembre 2011. Dovendo affrontare un calo delle entrate e debiti insostenibili, FS&G fece istanza di bancarotta nel febbraio 2012 e i suoi asset furono venduti a giugno 2012.

Dopo l’acquisto da parte di Pinnacle Entertainment, l’azienda vendette il Global Poker Index alla Zokay Entertainment e ad Alex Dreyfus, che da allora ne ha fatto il principale indice per quanto riguarda i risultati dei giocatori nei tornei di poker live.