Gioco legale e responsabile

Live

Brutto cooler per Dan Smith: il river lo illude e perde monster pot con set (video)

Il river da e il river toglie. Lo sa bene Dan Smith che nel mondo del poker ci gravita da un bel pezzo e poche notti fa è stato protagonista suo malgrado, del più grande pot assegnato al "Live at the Bike" al Bicycle Casinò. Il player americano si trova dalla parte sbagliata del cooler dopo il river e vede svanire un pot da 257 mila bigliettoni. Chissà cosa avrà provato. 

Scritto da
06/03/2019 08:00

902


Triplo straddle

Dan Smith è uno dei regular che solitamente prendono parte alle ricchissime partite del “Live at The Bike“. Si tratta del TV table al Bicycle che segue l’azione del cash game high stakes. E poche notti fa si è giocata una delle partite più ricche e pesanti di sempre. Siamo al $100-$200 straddle $400 + $400 di Big Blind Ante e si gioca ovviamente in versione No Limit Hold’em. Stack belli profondi quindi e piatti ad ogni mano di una certa consistenza. Nello spot “incriminato” assistiamo addirittura ad un triplo straddle che porta il rilancio a 3.200$. La parola torna a Dan Smith, il quale aveva piazzato il primo straddle da under the gun a 400. Il noto pro a stelle e strisce spilla 10 10 e sale a 7.000$.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

L’unico che sembra disposto a chiamare è proprio Oscar, ovvero il giocatore che da bottone aveva piazzato il terzo straddle a 3.200 dollari. Con 8 7 si tuffa nella mano e così ci sono già 17.500$ nel pot preflop. Il dealer stende le prime tre carte e sono subito fuochi d’artificio con 6 5 4 , per le gioia di Joey Ingram, Christian Soto e Ryan Feldman al commento. Over Pair per Dan Smith e clamorosa scala floppata dal suo rivale. Dan betta 10.000$ e Oscar si limita al call, preparando la trappolona. Il pot sale a 37.500 bigliettoni e se Smith ha solo un risicato 3% per ribaltare la situazione, il suo avversario è in una botte di ferro al 97%.

Un river beffardo per Dan Smith

Ci sono tutti i presupposti per assistere ad un pot dal valore colossale e il bello deve ancora venire. Il turn porta in dote un q che induce Dan Smith al check. Oscar ci pensa e dopo qualche secondo esce a 14.000$. Smith chiama e si lascia dietro 95.600 dollari, mentre il suo avversario può contare ancora sulla bellezza di 466.800 bigliettoni. Il river è una condanna per il malcapitato Dan: 10 . Setta in quinta strada, ma non basta per superare il punto del rivale.

Dan Smith

Con 65.500 dollari nel piatto, Dan Smith piazza il secondo check di fila e dall’altra parte Oscar, dopo aver sfruttato anche un time bank, opta per l’allin coprendo l’avversario. Call istantaneo di Smith, ma non può niente davanti alla scala floppata da Oscar. Quest’ultimo si assicura il più grande piatto di sempre, nella storia del “Live at The Bike” per un totale di 256.700 dollari. Siamo sicuri che nessuno dei due si dimenticherà di questa mano: se per Oscar saranno ricordi dolci, non si potrà dire lo stesso per Dan Smith.

I players presenti al tavolo e coinvolti in questa mano, sono giocatori professionisti che dispongono di tantissimo denaro. Certe perdite al tavolo per loro non costituiscono un grande problema e soprattutto dispongono di finanze molto ampie per recuperare i soldi persi, oltre che ad avere delle innate skills in questo gioco. Per cui l’invito è quello di non imitarli se non si dispone di grosse quantità di denaro. Per noi comuni mortali, queste partite, sono e devono restare puro intrattenimento. Please Don’t Try This at Home. 

Il video della mano

Tag:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento