Gioco legale e responsabile

Live

Lo scontro Sexton – McFadden tra full house e quad! (Video)

Un'altra mano dove quad e full house sono protagonisti, questa volta tra Sexton e McFadden, due giocatori che provano in tutti i modi a prendere i massimi

Scritto da
17/07/2020 18:30

850


Mike Sexton

Mike Sexton

Continuiamo con il nostro filone dei quads, ma questa volta con una mano ancor più brutale di quella vi abbiamo proposto nello scorso articolo, quella epica che mise Sexton nella posizione di perdere i massimi contro McFadden. 

Parliamo di un gioco molto distante nel tempo, tanto che mancano, tra le altre cose, le camere che inquadrano il board senza rimanere sul focus a lungo.

Poco male, visto che la grafica ci viene in aiuto. 

CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

L’Action tra Sexton e McFadden

Non è purtroppo presente la parte iniziale della mano, ma, viste le posizioni dei due giocatori, ipotizziamo l’apertura di Mike Sexton e il call di McFadden in posizione.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Queste due azioni originano il il fold dei due bui.

Le mani sono entrambe legittime per le action che le hanno supportate pre flop, 10 **qo* per Sexton, l’original raiser e 2 2 per McFaddon che agisce da bottone. 

Il flop non è esattamente disastroso per il flatter che, su j 2 2 , trova poker di paperelle. 

Il flop

L’azione sul flop è piuttosto timida da parte di Sexton che si limita al check, originando una puntata che sa di perfetta value bet, 6.000 su un piatto di 17.300, del suo avversario. 

Mike decide di chiamare e si forma un piatto di 29.300. 

Sexton checka per la seconda volta e il suo avversario, fedele alla linea assunta sul flop, spara la seconda per circa un terzo pot, 10.000, Sexton chiama anche questa puntata. 

Purtroppo per Mike il river è per lui devastante, visto che un 10 atterra placido sul river regalandogli un poco opportuno full house di 10 e 2. 

Sexton non può ovviamente pensare di perdere valore dalla sua mano e decide di prendere l’inerzia del colpo uscendo in puntata per 30.000 chips, oltre 3/4 pot. 

Il river diabolico

L’espressione di McFadden è di quelle affrante, come se non sapesse come comportarsi con il nuts assoluto in mano. 

La scelta di McFadden è quella di rilanciare fino a 60.000, originando la 3Bet in all in di Mike prontamente chiamata dal suo avversario. 

Il resto è tutto da gustare, anche il comportamento signorile di Sexton che si alza e saluta tutti.

La mano comincia al minuto 06:47

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento