Gioco legale e responsabile

Live

Luca Marchetti unico italiano in corsa al WPT Barcellona: 8 azzurri out In the Money

Il "€3.300 WPT Barcellona" ci lascia un solo azzurro in corsa verso il day 4. Luca Marchetti, miglior italiano allo start della terza giornata, prosegue la sua avventura e combatterà con alti 23 players per accedere al final table. Out gli altri 9 azzurri, otto dei quali si consolano con l'ingresso "In the Money". Chi vince a Barcellona porta a casa 600 mila bigliettoni. 

Scritto da
16/03/2019 10:35

1.618


Un finale amaro

Come spesso accade nei tornei dal vivo, c’è il bicchiere mezzo pieno e il bicchiere mezzo vuoto. Stessa cosa accade al WPT Barcellona, dove la truppa italiana entra compatta nella zona premi, combatte a lungo e solo nel finale della terza giornata molla la presa. L’unico a salvarsi dalla serie di eliminazioni nel corso del day 3 è Luca Marchetti. Ma ripartiamo da inizio giornata, quando 182 players su 1.227 paganti riprendono posto per la discesa in zona premi. Servono 31 eliminazioni per arrivare allo scoppio della bolla e l’unico azzurro a non mettere le mani sulle ricompense è Giovanni Salvatore. “Giannino Kart” ripartiva con 19 big blinds e si ferma prima della bolla.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

L’ultimo giocatore che invece si arrende senza alcun premio è Sharon Akirav, la cui coppia di dame è deplosa da A-J di Adam Hilton: il board K-J-6-7-J non ammette appelli. Scoppiata la bolla i primi azzurri ad avviarsi alle casse sono Ciro Petta (130°) e Dennis Karakashi (114°). Gli altri italiani sembrano cavarsela senza problemi, ma il final di serata sarà molto amaro per i nostri giocatori. Dario Marinelli saluta in 88° piazza e due posizioni dopo spetta a Claudio Di Giacomo alzare bandiera bianca. Alessandro Giannelli resiste fino al 59° posto e lo imita come 54° classificato Danilo Donnini. Filippo Lazzaretto segna il suo ritorno al poker live con una 50° piazza che vale 11.000€ di ricompensa.

Speranza si illude, Marchetti on fire

Al WPT Barcellona il day 3 seleziona in modo netto il field e nelle battute finale solo due italiani provano ad assicurarsi il pass per la quarta giornata. Si tratta di Gianluca Speranza e Luca Marchetti, ma saranno destini completamente opposti. L’abruzzese sembra in forma e con A-K supera 8-8 di un rivale trovando il double up. Una mera illusione per Gianluca, il quale poco dopo capitola al 42° posto per 12.750€ di premio. A questo punto tutto verte sulle spalle di Luca Marchetti. Miglior italiano nel count di inizio giornata con il decimo stack generale, si tiene sempre nella zona media del count e nel finale conquista uno scalpo di spessore.

Gianluca Speranza

 

La sua coppia di dieci regge nel coinflip vs A-K di Morten Mortensen e mentre il danese è fuori dai giochi al 26° posto, l’italiano accumula 1.100.000 unità. Lo stack con il quale darà oggi l’assalto al final table. Se la parte finale del day 3 non ha sorriso a gran parte degli azzurri, lo stesso si può dire per alcuni big internazionali. Escono di scena i vari Anton Wigg (35°), Tobias Peters (39°), l’ex leader del day 2 Joni Jouhkimainen (40°) e Joao Vieira (47°). Il leader della truppa a 24 left è Boris Kolev: il bulgaro prova la fuga con 3 milioni di pezzi. Tanti gli outsiders pronti a cogliere la grande impresa e gli unici nomi di rilievo sono quelli di Jakob Madsen (1.940.000) e del solito Paul-François Tedeschi (650.000). Dalle 12 riprende la battaglia e con il livello 20.000-40.000.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento