Gioco legale e responsabile

Live

PCA 2019: Mustapha Kanit On Fire nel $100K, già 5 milioni di prize pool

Buona la prima. Mustapha Kanit parte bene nel "$100.000 Super High Roller" al PCA 2019. E' uno degli eventi più attesi e il primo dei due tornei dal buyin così esclusivo. Musta chiude nella top ten di giornata e mette dentro la busta 598.000 pezzi. Davanti a tutti comanda Henrik Hecklen, l'unico insieme ad Igor Kurganov sopra il muro del milione. Completa il podio virtuale Steve O’Dwyer. Di 56 paganti in 33 approdano al day 2. 

Scritto da
11/01/2019 09:08

1.482


56 ingressi e late aperta

Il PCA 2019 si infiamma alle Bahamas con il “$100.000 Super High Roller“. Con un buyin così proibitivo per i comuni mortali, il field in gioco annovera solo grandi firme del poker internazionale. In pratica ai tavoli troviamo solo i più forti giocatori al mondo. In 43 accettano la sfida e versano i 100.000 dollari di buyin come ingresso singolo. Nel corso del day 1, in 13 sfruttano il re-entry. Questo significa che sono 56 i paganti della prima giornata. Un numero importante e che può ancora migliorare. La late registration infatti si chiuderà solo allo start del day 2. A quel punto avremo il quadro completo sia dei paganti e sia del payout.

 

Registrati su PokerStars.it  e BetStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito, inserendo il codice QUARANTA!

Comunque vada si tratta di un aumento netto rispetto alle ultime due edizioni del torneo al PCA, mentre il record resta quello del 2015 con 66 ingressi totali. Con altri 11 paganti il PCA 2019 conquisterebbe un altro primato. Dopo 8 livelli sono 33 i giocatori che imbustano verso la seconda giornata. Le luci della ribalta sono tutte per Henrik Hecklen. Il danese ha un altro passo rispetto ai suoi rivali e con 1.264.000 pezzi si porta al comando del count. L’unico che sembra in grado di reggere il passo è Igor Kurganov a quota 1.005.000.

Musta per il riscatto

Il PCA 2019 vede brillare anche la luce di Mustapha Kanit nel super high roller. L’azzurro dopo una giornata di riposo, sembra pronto a vendicare l’amara eliminazione dal PSPC 2019. Sale in maniera costante nel corso del day 1, anche se nel finale di giornata perde un paio di pot che lo avrebbero portato ancora più in alto. Alla fine è settimo e mette assieme 598.000 pezzi. Detto di Steve O’Dwyer terzo nel count (889.000), nella top ten spuntano anche le sagome di Sam Greenwood (792.000), Dominik Nitsche (679.000), Talal Shakerchi (587.000) e di Justin Bonomo (548.000).

Mustapha Kanit

A rendere ancor più spettacolare il torneo, ci sono le qualificazioni al day 2 dei vari Steffen Sontheimer (459.000), Isaac Haxton (434.000), Benjamin Pollak (424.000), Patrik Antonius (348.000), Mikita Badziakouski (240.000) e Adrian Mateos (106.000). Niente da fare per Daniel Negreanu, bustato a metà del day 1. Il gioco riprende alle 12.30 locali, quando in Italia saranno le 18.30. Carte in aria con i blidns 3.000-6.000 ante 6.000.

La top 10 del count

  1. Henrik Hecklen Denamark 1.264.000
  2. Igor Kurganov Russia 1.005.000
  3. Steve O’Dwyer Ireland 889.000
  4. Sam Greenwood Canada 792.000
  5. Dominik Nitsche Germany 1 679.000
  6. Christopher Kruk Canada 600.000
  7. Mustapha Kanit Italy 598.000
  8. Talal Shakerchi UK 587.000
  9. Justin Bonomo USA 548.000
  10. Matthias Eibinger Austria 460.000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento