Gioco legale e responsabile

Live

Phil Ivey si prende la rivincita nello Short Deck a Sochi: primo hurrà dopo due anni

A quasi due anni di distanza dall’ultima vittoria in un torneo di poker live, Phil Ivey torna ad assaporare la gioia del 1° posto nello Short Deck. ‘No Home Jerome’ ha fatto suo l’evento da $50.000 delle Super High Roller Series di Sochi.

Scritto da
14/03/2020 20:03

2.127


Dopo poco meno di un anno e dieci mesi, Phil Ivey ha vinto un torneo di poker. Lo ha fatto in quel di Sochi, all’ultimo tentativo delle Super High Roller Series, conquistando l’evento Short Deck da $50.000 di buy-in.

Grazie a questo successo, il fortissimo professional poker player americano sfonda il muro dei 30 milioni di dollari vinti in carriera nei tornei di poker live, avvicinandosi alla top 10 della All Time Money List. Ivey attualmente occupa l’11° posizione, ma dopo la vittoria in Russia la 10° piazza occupata da Steve O’Dwyer è lontana poco meno di mezzo milione.

 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.
Phil Ivey short deck Sochi

Phil Ivey durante la mano finale

 

I magnifici 6

L’evento 7 delle Super High Roller Series Sochi ha attirato 55 entries, ma solo 6 giocatori si sono presentati alla fase finale di ieri. Phil Ivey aveva il secondo stack più grosso, dietro soltanto al chip leader Michael Soyza, al quale si deve la prima eliminazione di giornata, quella di Sam Greenwood.

Sfortunato Sergi Reixach, eliminato in quinta posizione dopo aver perso due colpi in cui partiva in netto vantaggio. Dopo l’eliminazione di Seth Davies al 4° posto, è stato Wai Kiat Lee a prendere le redini delle operazioni, iniziando la fase 3-handed con più chip dei suoi ultimi due avversari.

Eppure sarà proprio il malese ad alzare bandiera bianca sul gradino più basso del podio. Curiosamente, Phil Ivey si è perso la mano in cui Soyza ha eliminato Lee, perché… proprio non riusciva più a trattenerla.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Mentre l’americano era in bagno, Soyza e Lee si scontravano con Q-Q contro J-T. Il board regalava la solita altalena di emozioni, tipiche dello short deck: un dieci al flop, un jack al turn (doppia coppia per Lee) e un re al river che, complice l’asso già caduto nelle prime tre carte comuni, permetteva a Soyza di chiudere scala.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

L’heads-up tra Michael Soyza e Phil Ivey

Il testa a testa è iniziato con Michael Soyza in vantaggio su Phil Ivey. L’heads-up ha visto i due scambiarsi la leadership un paio di volte, prima della mano decisiva arrivata con l’americano forte di uno stack da 5,5 milioni di chip, rispetto agli 8,3 dell’avversario.

Su flop 9 J 7 , Phil ha chiamato l’all-in del suo avversario con K Q , trovandosi contro 9 8 . Dopo un turn ininfluente, al river è scesa la quinta carta di cuori che ha permesso allo statunitense di chiudere un colore e ribaltare nuovamente la situazione.

L’ultimo piatto si è giocato con Ivey andato direttamente in all-in pre-flop con A 6 . Soyza ha chiamato con K 7 , passando in vantaggio al flop grazie ad un K , accompagnato da un J e un **c8. Dopo un ininfluente 9 al turn, un 9 al river ha regalato a Phil Ivey un altro colore, stavolta nuts, sigillandone la vittoria finale.

Il payout del torneo

  1. Philip Ivey $856.050
  2. Michael Soyza $561.780
  3. Wai Kiat Lee $374.520
  4. Seth Davies $267.520
  5. Sergi Reixach $214.010
  6. Samuel Greenwood $160.510

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento