Gioco legale e responsabile

Live

Phil Ivey e la campagna di Russia: a Sochi accende lo spettacolo

Un agosto rovente a Sochi con il PartyPoker Million. La kermesse torna in Russia e non c'è un attimo di sosta fra main event e i vari high roller. In uno di questi spicca la presenza di Phil Ivey, il quale stacca il pass per il final day in compagnia dei vari Manig Loeser e Tim Adams. Nell'altro evento esclusivo, Patrik Antonius termina quarto e sorride Aymon Hata

Scritto da
09/08/2018 13:10

1.883


Dalla Corea alla Russia, Ivey non molla

Phil Ivey è un giocatore che troverete in ogni angolo del pianeta, se l’occasione è di quelle ghiotte ovviamente. A quanto pare la trasferta russa lo è, con il player americano che si presenta a Sochi in cerca di nuovi trionfi. L’idea è quella di lasciare il segno nel “€82.000 Super High Roller“, soprattutto alla luce dei pochi ingressi registrati nella prima giornata. Appena 14 i buyin versati, per un “Sit&Go” allargato. Non si tratta però di dati definitivi, in quanto la late resta aperta ancora per tre livelli nel final day.

Phil Ivey

Phil Ivey è fra i nove giocatori che imbustano alla fine del day 1: lo ritroveremo a quota 517.500 chips, ovvero la terza piazza nel count. Meglio di lui fanno Tim Adams (558.000) e Maning Loeser. Il tedesco prova la fuga con 782.000 pezzi e mette un discreto divario fra se e il resto della truppa. Conquistano la qualificazione fra gli altri, Niall Farrell con 316.000 unità e Johannes Becker (276.000).

Il count ufficiale

  1. Manig Loeser 782.000
  2. Timothy Adams 558.000
  3. Phil Ivey 517.500
  4. Chin Wei Lim 378.000
  5. Abraham Passat 337.000
  6. Niall Farrell 316.000
  7. Johannes Becker 276.000
  8. Seng Ying Tang 186.000
  9. Leong Chan Wai 158.000

Antonius è solo quarto

Patrik Antonius dopo la leadership nel corso del day 1, aveva fatto convergere tutti i pronostici a suo favore. Ma il final day del “€41.000 High Roller” si è rivelato un’arma a doppio taglio per lo scandinavo. Centra l’ingresso “In the Money“, ma manca il podio finale. Grande spettacolo in questo evento che fra day 1 e late aperta per due livelli nel final day ha visto versare ben 47 buyin. Messi assieme 1.811.070€ che permettono di superare il garantito della vigilia (1.600.000€). A premio ci finiscono in sei e si va dal mini-cash di 101.777€ fino alla prima moneta da 651.372 bigliettoni.

Patrik Antonius

Come detto Patrik Antonius chiude al comando dei 24 players che completano il giro di boa al termine della prima giornata. Nella discesa alla zona premi l’uomo bolla risulta Ivan Leow: il malese finisce ai resti con A-10 trovando J-J in mano a Paul Phua e Q-Q in mano a Patrik Antonius. Scoppiata la bolla, il primo ad avviarsi alle casse è Philipp Gruissem. Il tedesco ci prova con A-9 ma è dominato da A-J di Antonius. Paul Phua lo imita poco dopo, quando la sua coppia di nove si arrende a K-K dello scatenato Patrik. Per lo scandinavo però le buone notizie finiscono qui e dopo un crollo nel count, vede il suo colore superato dal colore all’asso di Aymon Hata.

Il terzo posto è tutto per Konstantin Uspenskii, la cui eliminazione apre il duello finale fra Hata e Vladimir Troyanovskiy. Il tedesco, con passaporto inglese, parte nettamente avanti nel count e il padrone di casa è chiamato ad una rimonta quasi impossibile. Bastano poche mani per chiudere le ostilità: il russo finisce in alli n con J-7 e Hata chiama con K-4. King high basta e avanza per assicurarsi il trionfo finale.

Il payout

1 Aymon Hata United Kingdom 651.732€
2 Vladimir Troyanovskiy Russia  432.348€
3 Konstantin Uspenskii Russia 305.330€
4 Patrik Antonius Finland 203.554€
5 Paul Phua Malaysia 142.488€
6 Philipp Gruissem Germany 101.777€

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento