Gioco legale e responsabile

Live

Poker Premier League: quando Tony G. schernì il floorman e se la prese col dealer

Un Tony G in formissima quello che vi proponiamo nel pezzo di oggi. Diede il meglio di sé in una puntata della Poker Premier League.

Scritto da
14/07/2020 14:00

906


Tony G. New Poker Premier League

Tony G. Poker Premier League

CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

Poker Premier League

La Poker Premier League è stata per un buon periodo di tempo una delle trasmissioni più divertenti dell’intero panorama pokeristico mondiale. 

Mitici furono gli scontri a cui assistemmo tra i giocatori più spettacolari e loquaci dei tempi d’oro.

Parliamo di gente come Daniel Negreanu, Phil Hellmuth, Ronald De Wolfe e Mike Matusow. 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Ma chi proprio non riusciva a mancare nemmeno ad un puntata o quasi era Tony G. Guoga…

Tony G. alla Poker Premier League

Lo abbiamo ospitato più di una volta durante le nostre scorribande alla ricerca di scenate più o meno clamorose. 

Il giocatore lituano, passato da imprenditore del poker a politico, a presidente di una squadra di pallacanestro e tornato poi a calcare le scende più importanti del poker mondiale con la veste di giocatore, non è mai passato di certo inosservato. 

Piuttosto indecifrabile come giocatore, Tony G. ha sempre recitato una parte che ha richiamato la curiosità di appassionati e semplici viandanti del poker e una dimostrazione ce la da in questo video.

La mano

La mano di cui vi diamo conto in questo articolo non passerà di certo agli annali per essere una tra quelle più tecniche che vi abbiamo proposto, ma di certo si fa guardare per il comportamento del nostro eroe. 

Richiamato per un atteggiamento, chiamiamolo così, un po’ fuori dalle righe, prima risponde per le rime al floorman della Poker Premier League che prova ad arginarne l’oceanica parlantina cui sono vittima Hellmuth e Negreanu e poi se la prende con la povera dealer colpevole, a suo dire, di non fargli vincere nemmeno una mano. 

Dagli stack in gioco non si direbbe esattamente che le cose stiano andando proprio così e in aggiunta a questo il lituano shova da small blind su De Wolfe con una coppia di 7. 

Il suo avversario, che opera da grande buio, ci pensa più forse un minuto prima di dichiarare il call con A8, una mano che in BVB non è per nulla da buttare via, anzi. 

Godetevela tutta! 

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento