Gioco legale e responsabile

Live

PSPC 2019: Mustapha Kanit è secondo, Benelli e Filardo al day 3, $5.1 milioni al campione

Mustapha Kanit accende il sogno al PSPC 2019. L'azzurro è secondo nel count verso il day 3, quando restano in gioco 207 players. Non scoppia ancora la bolla alle Bahamas, ma la situazione si fa sempre più spettacolare. Insieme a Musta, si avviano alla terza giornata anche Filippo Filardo e Andrea Benelli. 1.039 il totale dei paganti per 26 milioni di dollari di prize pool: ben 5.100.000$ finiranno nelle tasche del campione. 

Scritto da
08/01/2019 08:42

2.020


Musta al top

E proprio vero: quando il gioco si fa duro, i duri entrano in campo. Mustapha Kanit si prende le luci della ribalta al PSPC 2019. L’azzurro domina la scena e si porta al secondo posto nel count al termine della seconda giornata. Una prestazione da sogno quella di Kanit, il quale mette dentro la busta 888.000 pezzi. Solo nelle ultime battute del day 2, viene superato nel count da Farid Jattin con 921.000 gettoni. Ma non cambia assolutamente niente. Musta si fa sentire e manda un chiaro segnale a tutti i rivali. Sarà uno dei giocatori da battere nella discesa al titolo alle Bahamas. Insieme a Kanit, ci sono altri due italiani sulla strada che porta al day 3.

Mustapha Kanit

La pattuglia azzurra è decimata in modo netto, visto che in 10 sono tornati ai tavoli. Gli altri due players a mettere in tasca il pass per la terza giornata, sono Filippo Filardo e Andrea Benelli. Entrambi vincitori di un Platinum Pass e dunque potranno giocare senza il peso di un esborso da 25.000 dollari. Filardo accumula 280.000 fiches, mentre Andrea è leggermente più indietro a quota 237.000 unità. Insomma due stack sopra i 30 big blinds alla ripresa dei giochi.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews: puoi vincere un Winter Series Pack by Hugo Boss e PokerStars! Metti like alla nostra pagina!

 

Niente da fare per i vari Sammartino, Treccarichi e Simone Speranza, tutti eliminati nella prima parte del day 2. Chi mastica amaro è Gianluca Speranza. L’abruzzese è out nell’ultima mano della giornata, quando in bvb, pusha con K-3 e trova il call del big blind con A-J: il board 10-Q-10-4-8 non ammette appelli e perdiamo l’azzurro.

I numeri da record del PSPC 2019

Il PSPC 2019 entra di diritto nella storia del poker. Fissa il primato di ingressi, per un evento high roller, a quota 1.039. Un numero pazzesco e che difficilmente si poteva prevedere: il buyin di 25.000 dollari non è proprio dei più popolari. Aiutato da 320 Platinum Pass distribuiti nel corso del 2018, il PSPC 2019 ha battuto un record che durava da 12 anni. I 1.039 paganti hanno così determinato un prize pool di 26.455.500 dollari. Diventa uno degli eventi più ricchi di sempre nella storia del poker live. Meglio del PSPC 2019 a livello di montepremi, ci sono le edizioni più recenti del main event WSOP e il Big One Drop da 1 milione di buyin.

In 181 finiranno “In the Money“. Il cash minimo è fissato a quota 25.400$, mentre il futuro campione porta a casa in totale 5.100.000 dollari. Di questi 4.1 milioni dal payout classico e l’altro milione come added da parte di Pokerstars. Impressionante la differenza di denaro che ballerà fra primo e secondo classificato: oltre 2 milioni di dollari. Infatti al runner up sono previsti 2.974.000 bigliettoni. Centrare invece il final table, assicura ai 9 finalisti almeno 405.000$. Payout da sballo alle Bahamas.

 

Registrati su PokerStars.it  e BetStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito, inserendo il codice QUARANTA!

 

Come detto sono 207 i giocatori che approdano al day 3 del PSPC 2019. Fra i volti noti del poker mondiale, troviamo a ridosso delle primissime posizioni Talal Shakerchi. Il noto uomo d’affari inglese, dopo la leadership nel day 1, prosegue la sua marcia con 691.000 pezzi. Ottime prestazioni poi per Kristen Bicknell (631.000), Christoph Vogelsang (483.000), Scott Baumstein (479.000), Dan Shak (451.000), Darren Elias (411.000), Luc Greenwood (356.000) e il campione del mondo 2013 Ryan Riess (350.000) solo per citarne alcuni. Carte in aria con il day 3 a partire dalle ore 12.30 locali, quando in Italia saranno le 18.30. Il gioco riprende dal livello 4.000-8.000 ante 8.000.

La top 10 del count

  1. Farid Jattin USA 921.000
  2. Mustapha Kanit Italy 888.000
  3. Griffin Benger Canada 885.000
  4. Julien Martini France 832.000
  5. Athanasios Polychronopoulos USA 797.000
  6. Samuel Tsehai Canada 750.000
  7. Martins Adeniya UK 748.000
  8. Marc Perrault Canada 725.000
  9. Ramin Hajiyev Azerbaijan 720.000
  10. Alexandre De Zutter France  700.000

Il payout del final table

1 $5.100.000
2 $2.974.000
3 $2.168.000
4 $1.657.000
5 $1.304.000
6 $1.012.000
7 $746.000
8 $509.000
9 $405.000
10 $328.500

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento