Gioco legale e responsabile

Live

Gli schemi mentali della”new generation” sono destinati a eliminare il pokerista tradizionale

Scritto da
09/09/2019 12:00

2.259


Da quando il poker online ha preso piede catturando l’attenzione di centinaia di migliaia di giocatori in tutto il mondo, i parametri delle conoscenze dei giocatori “vecchio stampo”, soprattutto quelli che giocano esclusivamente live, hanno dovuto gioco forza darsi una svecchiata. È tutta colpa, o merito, degli schemi mentali della “new generation”. 

La ragione principale di questo tipo di approccio al poker, lo definiremo moderno, sta nella maggiore, qualche volta totalizzante, attenzione che il giocatore che arriva dall’online dedica a caratteristiche che fino ai primi anni del nuovo millennio era misconosciuta, o quasi. 

Hellmuth e il profilo del giocatore tradizionale

Se ne sono accorti per primi i giocatori che facevano della lettura il proprio mantra, pensiamo a Phil Hellmuth, vincitore di 15 braccialetti, o a Jhonny Chan, giusto per citarne due. 

Quando il fuoco arriva a pochi metri dai piedi è il momento di spostarsi”, recita un vecchio adagio e così è stato per chi ha fatto per anni del poker una professione e ignorava anche i più basici elementi matematici e statistici. 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Chi si è adeguato è riuscito a rimanere in lizza abbinando la propria capacità di “lettura tradizionale” a nuovi parametri che lo hanno aiutato a rimanere in sella. 

L’arrivo della new generation

Altri si sono lasciati guidare dal proprio ego, con la convinzione di portare a casa i risultati di sempre, ma questo è riuscito a una piccola percentuale di loro, per gli altri è stata una catastrofe. 

Non vi è speranza alcuna di affrontare un ragazzo che ha giocato milioni di mani imparando giorno dopo giorno, sessione dopo sessione ad armeggiare con sicurezza l’arte della matematica, con la sola capacità di lettura.

Puoi uscirne vivo alcune volte, ma nel tanto famigerato lungo periodo sarà un disastro. 

La capacità di trasferire le conoscenze raccolte mentre si gioca sui tavoli online, verso i tornei o i tavoli cash game più prestigiosi e ricchi che si giocano live, ha decretato il cambio generazionale di cui tutti parlano.

Ed ecco che i vincitori hanno cominciato ad avere un nome e uno stile diverso. 

Grafico

Il consiglio è quello di non ascoltare chi dispensa consigli sull’inutilità di certe nozioni e delle dinamiche moderne che influenzano il gioco, l’abilità di cui tutti parlano sta proprio nell’applicazione e sullo studio matematico-statistico della disciplina. 

Vincere per sempre o divertirsi

Ovviamente la capacità di lettura è un dato fondamentale per un buon risultato di lungo periodo, ma anch’essa ha cambiato pelle nel corso degli ultimi anni e necessita di un mix di talento e base didattica.

Il poker è un gioco completo e come tale va preso: divertente per chi spera di “shottare” una tantum, complesso e affascinante per chi decide di ricavarne una professione nel corso degli anni. 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento