Gioco legale e responsabile

WSOP 2019

Doppio check raise al FT WSOP. “YoH Viral” inguaia Papazian. A chi piace la linea del rumeno?

Scritto da
18/06/2019 14:00

2.082


Nella notte si è consumato il Tavolo Finale dell’evento numero 36, il No Limit Hold’Em Shootout che aveva visto protagonista al Day 2 anche il nostro Dario Sammartino, ultimo degli eliminati prima della composizione del Final Table. 

I 10 protagonisti dell’atto conclusivo si sono presentati alle 21,00 ora italiana per provare a conquistare il braccialetto e gli oltre $200.000 di primo premio. 

Yoh Viral Guilbert

Tra loro un bel pacchetto di animali da palcoscenico: l’inglese Ben Farrell, il francese Johan “YoH Viral” Guilbert, gli statunitensi Andrew Lichtenberger e Justin Bonomo e il rumeno Alexandru Papazian. 

Tutti allo start con uno stack di circa 60x, i 10 left hanno cominciato a darsi battaglia fin dalle prime mani, tutti con l’idea di conquistare la vittoria. 

Ed è proprio in questa fase iniziale del Final Table che la nostra attenzione è stata catturata da una mano che i colleghi di Pokernews hanno riportato nella notte. 

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

 

Gli attori del colpo sono due europei, Guilbert e Papazian. Siamo al secondo livello della giornata e si gioca a T12.000, con Guilbert in relativo starting stack a quota 480.000 e Papazian reduce da un ottimo primo livello, già salito a 875.000.

Alexandru Papazian

YoH Viral”, grande amico dell’Italia dove ha grindato per anni, precisamente in Sardegna e funambolo del web grazie ai suoi stream di successo su Twitch, apre da Middle Position a 30.000, originando il solo call da Big Blind di Papazian, vincitore di un braccialetto WSOP al “Crazy Eights” del 2017 per $888.888 e primo della classifica All Time Money List rumena. 

Flop: 4 q 6

Il transalpino, dopo il check del suo rivale, seguendo una linea piuttosto battuta emersa negli ultimi anni e utilizzata da molti giocatori, decide di effettuare una Continuation Bet piuttosto small a 12.000.

Papazian, dal canto suo, è molto più deciso e non va per il sottile, check-raisando a 42.000 per il call del francese. 

Turn: q

Papazian ripete il check del flop e “YoH”, a sua volta, spara la seconda, ancora per un importo tutto sommato basso, poco più di un terzo del piatto a 57.000, su un pot che è nel frattempo diventato di 150.000 circa. 

Il rumeno è fedele alla linea utilizzata al flop e ancora una volta opta per un check-raise a 150.000.

Guilbert guarda le sue carte, riconta il suo stack e alla fine decide di callare. 

River 3

L’ultima carta comune dovrebbe aver cambiato relativamente poco per come si sono svolte le cose e ci si aspetterebbe, quindi, il push di Papazian che puntualmente arriva, esattamente come arriva, quasi all’unisono, lo snap-call di Guilbert che così facendo è consapevole di giocarsi il torneo. 

Show-down:

Papazian: a 4

Guilbert: a q

La doppia coppia di donne e 4 con kicker Asso è un punto insufficiente per il rumeno che, dopo una condotta molto aggressiva con il doppio check raise tra flop e turn e lo shove al river, consegna il double up al francese che sale sopra il milione, in quel momento quasi 90 Bigs. 

Per il payout completo di questo e di tutti gli altri tornei delle WSOP, vi rimandiamo alla nostra pagina dei risultati WSOP 2019. 

Vi anticipiamo che il francese si è arreso in seconda posizione, mentre il rumeno ha chiuso il suo torneo al settimo posto. 

E voi cosa ne dite?
Vi piace la condotta di Papazian? È una linea che vi convince, a prescindere dal risultato della mano? 

Fatecelo sapere sulla nostra pagina Facebook. 

Pics courtesy Pokernews

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento