Gioco legale e responsabile

WSOP 2021

Daniel, ma che combini? Negreanu dura 2 livelli al Limit Hold’em WSOP

Nel Limit Hold'em ha vinto 2 dei suoi 6 braccialetti WSOP, ma evidentemente questo event #12 non era proprio il torneo di Daniel Negreanu...

Scritto da
06/10/2021 17:13

3.952


Quello che state per leggere non vuole in alcun modo essere un articolo di lesa maestà, anche perché se c’è una disciplina in cui Daniel Negreanu ha ancora da insegnare a moltissimi quella è il Limit Hold’em. Tuttavia, l’event #12 delle WSOP 2021 era evidentemente qualcosa che non gli apparteneva…

WSOP 2021 Event #12: Negreanu e Greenstein, destini incrociati

La registrazione tardiva è come sempre un’arma a doppio taglio, nei tornei di poker. Da un lato stai meno ore al tavolo e dunque sei più fresco da un punto di vista psicofisico, dall’altro iscriversi più tardi comporta una riduzione del “potere d’acquisto” dello stack in dotazione. Barry Greenstein e Daniel Negreanu sono in questo senso dimostrazione di due opposti destini. Entrambi si sono iscritti sul finire del settimo livello dell’event #12 WSOP, un 1.500$ Limit H0ld’em: considerato lo stack di partenza di 25.000 chips, potevano contare su 25 big bets a testa.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

N.B. per i meno edotti o meno attenti: la big bet è l’unità di misura dei tornei Limit, ed equivale in sostanza a due volte il big blind.

Greenstein su

Nel Limit Hold’em 25 big bets sono ancora un buon capitale, ma con incroci contrari lo stack può evaporare più velocemente di quanti si pensi, nonostante il limite di puntata. Così per Barry Greenstein le cose si sono messe subito piuttosto bene, e a fine giornata l’esperto professionista ex PokerStars Pro imbusta uno stack da 86.500 chips.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Negreanu giù

Daniel Negreanu vive invece un torneo complicato, che dura molto meno rispetto alle attese. Già pochi minuti dopo essersi seduto subisce un brutto colpo, nella prima mano dell’ottavo livello.

Daniel rilancia da early position e trova tre call. Sul flop 2 7 2 Daniel effettua la sua continuation bet, inducendo uno degli avversari al fold. Sul turn 8 Daniel punta ancora, ricevendo un raise dal giocatore sul bottone. Quest’ultimo, forse inavvertitamente, fa girare una delle sue carte ed è un 2 . Daniel assicura che avrebbe foldato comunque, ma rimane almeno il dubbio che questa mano gli sarebbe potuta costare anche di più delle 7mila chips effettivamente perse. “Al tuo posto non lo farei più, in futuro”, scherza Daniel con l’avversario, mentre conta le sue chips intanto scese a 18mila.

Poi Negreanu si rifà parzialmente vincendo un colpo con AA, ma anche nel Limit Hold’em bisogna comunque vincere qualche piatto per sopravvivere all’aumentare dei blinds, a maggior ragione in questo torneo che prevede un day 1 con livelli da 40 minuti al posto dei normali 60. Così, sul finire del livello 9 troviamo Daniel Negreanu già tra i giocatori eliminati. A conti fatti, il torneo del campione canadese dura poco più di un’ora effettiva.

Daniel Negreanu (courtesy of Melissa Haereiti - Pokernews)

Daniel Negreanu (courtesy of Melissa Haereiti – Pokernews)

WSOP 2021, i sopravvissuti al day 2 dell’event #12

La struttura “turbo” permette al torneo una notevole scrematura: dei 422 iscritti solo in 133 rimangono in corsa. Circa la metà di essi andrà a premio (64 in the money previsti) e il braccialetto varrà una ricompensa monetaria di 124.374 dollari. Tra i primi 10, emerge con prepotenza la candidatura di Anthony Zinno, che punta al terzo braccialetto WSOP dopo quelli vinti nel 2015 e nel 2019, rispettivamente nel Pot Limit Omaha e Pot Limit Omaha Hi/Lo. Ecco la top 10:

  1. Jeremy Maher 226,000
  2. Anthony Zinno 217,500
  3. Truong Tran 195,000
  4. Kristopher Burchfield 194,500
  5. John Bunch 192,500
  6. Aldon Patatanyan 190,000
  7. John Esposito 187,500
  8. Mori Eskandani 173,500
  9. Arthur Cole 165,000
  10. Tom McCormick 160,500