Gioco legale e responsabile

WSOP 2021

WSOP 2021: gli ostacoli per Kanit: Mateos, Jaffe ma non solo. Tutti i profili del tavolo finale dell’evento 6

Il nostro Mustapha Kanit è al tavolo finale dell'evento 6. In questo articolo scopriamo i suoi avversari per la corsa al braccialetto.

Scritto da
04/10/2021 19:00

820


Adrian Mateos Photo Courtesy of Pokernews.com
Photo by Danny Kim

Le WSOP sono iniziate da pochissime ore, e già per il poker azzurro si è acceso un sogno di gloria. Mustapha Kanit, uno dei nostri portacolori più attesi, è al tavolo finale dell’evento  numero 6, il $25.000 di buy in, No Limit Hold’Em 8-Handed .

L’evento, che riprenderà nella notte tra lunedì e martedì, vede ancora cinque giocatori in gara:

Seat 1: Michael Liang – 5,140,000
Seat 2: Jonathan Jaffe – 3,650,000
Seat 3: Adrian Mateos – 2,180,000
Seat 4: Mustapha Kanit – 2,630,000
Seat 5: Tyler Cornell – 7,455,000

Il livello da cui si ripartirà, è bene ricordarlo, è il 30.000/60.000 .

Andiamo pertanto a conoscere i profili dei protagonisti di questo prestigioso final table, partendo dal chipleader per poi scendere a poco a poco.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Tyler Cornell (7,455,000)

Chipleader del tavolo con oltre 100BB a disposizione, Tyler Cornell  può essere valutato come uno dei profili “sorpresa” di questo evento. Il giocatore, originario di San Clemente (California), ha come miglior risultato in carriera alle WSOP un nono posto ad un evento No Limit da 1.500$ nel 2010. Le sue vincite totali alle World Series ammontano a 766 mila dollari, ai quali vanno aggiunti 334 mila in vincite alle WSOP Online.

Complessivamente, le sue vincite live ammontano a 920 mila dollari.

Michael Liang (5,140,000)

Secondo in chips è Michael Liang, americano di Long Beach (California), che vanta uno stack di circa 85BB. Il curriculum alle WSOP di questo giocatore conta solo due piazzamenti ITM alle WSOP, per un totale di circa 6 mila dollari in vincite. A questi, va aggiunto un piazzamento alle WSOP online per altri 12 mila dollari.

Estendendo la ricerca a tutti i risultati in carriera, Liang vanta un secondo posto al WPT colto nel luglio 2021 (per 600 mila dollari di incasso) e, sempre quest’anno, un primo posto al LAPC Main Event per 175 mila dollari in vincite.

Complessivamente, Liang ha vinto poco più di 1 milione di dollari in tornei live.

Jonathan Jaffe (3,650,000)

Uno dei protagonisti più attesi di questo final table. Jaffe, infatti, è un regular del circuito WSOP , nonché un abilissimo giocatore online, che conta fior di risultati di prestigio. Jaffe, ad oggi, vanta 20 piazzamenti ITM alle WSOP, per un totale di oltre 700 mila dollari di incasso. Nel 2013 arrivò al 42esimo posto al Main Event, e sia nel 2015 che nel 2008 ha colto due quarti posti , ad un 5.000$ 8 handed No Limit e al torneo heads-up da 25.000$.

Complessivamente, gode di oltre 4 milioni di dollari in carriera in termini di vincite, e il suo risultato più ricco è un secondo posto ad un torneo da 10 mila dollari di buy-in nel 2008 a Mashantucket, per un incasso di 670 mila dollari.

Mustapha Kanit (2,630,000)

Che dire di Mustapha Kanit che già non sappiamo? Il classe 1991 di Alessandria è al secondo posto all-time in termini di vincite ai tornei live di poker per quanto riguarda i giocatori italiani.

Kanit, infatti, vanta la bellezza di 11 milioni di dollari incassati solo dal vivo, collocandosi saldamente nella top 100 mondiale di tutti i tempi.

Alle WSOP, in realtà, manca ancora l’acuto assoluto: il miglior risultato di “Musta” oltreoceano è un quinto posto nel 2014 ad un evento 5.000$ 8 handed, per un incasso di 128 mila dollari; alle WSOPE, invece, il miglior risultato è un terzo posto del 2015 all’High Roller da 25k di buy-in, in Germania, per un incasso di 227 mila dollari. Ma 15 ITM e tre final table raggiunti non sono certo uno score da poco.

Torneisticamente parlando, però, negli High Roller in generale Kanit è uno dei profili più temuti al mondo. Il suo curriculum, infatti, parla per sé: sono note le vittorie agli High Roller di Montecarlo 2015, Barcellona 2015 e Dublino 2016; il numero di final table, poi, è difficile da conteggiare, per quanto numerosi sono i piazzamenti di prestigio del nostro campione. Uno per tutti, il secondo posto all’High Roller EPT di Montecarlo del 2016, con 1,4 milioni di euro di incasso.      

Adrian Mateos (2,180,000)

Non lasci ingannare lo stack esiguo: Mateos, infatti, è l’avversario più pericoloso per Kanit e per gli altri componenti di questo final table.

I suoi 21 milioni di dollari vinti in carriera fanno dello spagnolo uno dei più vincenti di tutti i tempi (attualmente è al 28esimo posto all-time).

E’ l’unico tra i profili, a questo tavolo finale, ad aver vinto dei braccialetti: ne vanta ben tre. Uno alle WSOPE 2013, quando vinse il Main Event , incassando 1 milione di dollari in premio; uno nel 2016 a Las Vegas, quando portò a casa il 1.500$ per oltre 400k di premio; uno, infine, nel 2017, quando vinse il Championship da 10 mila dollari di buy-in del torneo heads-up, con 324 mila dollari in premio.

Come Kanit, anche Mateos è uno specialista degli High Roller, ed oltre a vantare svariati piazzamenti nei tornei ad altissimo buy-in, in curriculum ha anche la vittoria del Main Event EPT del 2015, per oltre 1 milione di euro di incasso.