Gioco legale e responsabile

Altra Strategia · Assopokerista

‘Questa mano può essermi costata il settimo braccialetto’

Scritto da
20/06/2014 05:23

5.825


Daniel Negreanu sta vivendo delle ottime WSOP, con un braccialetto sfiorato e numerose deep run, una delle quali nel torneo di Seven Card Stud da 1.500 $ vinto da Eric Buchman: è proprio qui che il canadese crede di aver commesso un grossolano errore.

“Ormai ho 39 anni, e sono 15 anni che partecipo alle World Series – ha premesso sul proprio blog – con le giornate che sono diventate più lunghe ed il numero di tornei che è aumentato, accuso la stanchezza e sottraggo ore al riposo. Anche per questo nel torneo di Seven Card Stud dove sono arrivato decimo ho commesso errori, uno dei quali potrebbe addirittura essermi costato il braccialetto”.

Il pro di PokerStars parla di una mano in particolare, nella quale in un tavolo 5-handed aveva 80.000 fiches di partenza e nascondeva (J9)Q. Il bring-in aveva esposto il 2 , mentre Kravchenko apriva il gioco rilanciando con j . Gli altri suoi avversari mostravano una donna ed un cinque, con Negreanu che decideva di chiamare commettendo a suo avviso un macroscopico sbaglio.

“In quella situazione, con due donne esposte, un cinque ed un due, so per certo che Kravchenko rilancerà con qualsiasi cosa abbia in mano – spiega – e per questo motivo penso che anziché chiamare avrei dovuto 3-bettare. Non soltanto io nascondo un jack, ma proprio perché oltre alla mia c’è un’altra donna esposta Alex dovrà darmi del credito quando controrilancio”.

Anche il bring-in, ovvero William Thompson, decideva di mettere: sarà proprio lui a dare un duro colpo allo stack di Negreanu, nonostante la sua mano di partenza sia (k 6 ) 2 . Il board “scoperto” dell’avversario di Daniel si completa infatti con k a 4 , trovando in settima anche il 8 con cui chiude il flushdraw.

Negreanu invece chiudeva una doppia coppia, e decideva di limitarsi a chiamare lungo tutte le streets, compresa l’ultima: “Ho avuto una buona lettura, intuendo che il mio avversario non avesse chiuso colore né in quinta né in sesta strada, ma non mi sarei dovuto trovare in quella situazione – sottolinea – se avessi 3-bettato in terza strada non avrebbe mai chiamato con una mano simile, ma purtroppo non stavo riflettendo accuratamente ed ho fatto uno sbaglio”.

Sceso a causa di questa mano da 80.000 fiches a 45.000, Daniel uscirà infatti poco dopo per mano di Eric Buchman, vincendo sì 8.500 $ ma rimanendo con l’amaro in bocca per quello che sarebbe potuto succedere nel caso avesse preso la decisione che (appena qualche istante dopo averla presa) gli sembrava di gran lunga migliore.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento