Gioco legale e responsabile

ABC del Poker · Assopokerista

Tells online: l’insta-check e il timebanking (1° parte)

Scritto da
13/08/2013 07:16

12.788


E’ un dato di fatto che i tell fisici non esistano nel poker online, tuttavia è possibile intuire le intenzioni e la forza della mano degli avversari in altri modi. Tutti i giocatori forniscono informazioni sulle proprie tendenze attraverso specifiche azioni, ed è quindi compito nostro determinare quali di esse possano tornarci utili e quali invece vanno scartate.

In questo articolo andremo a comprendere meglio due dei possibili tells online: l’insta-check e il timebanking.

L’insta-check
Dietro un’azione del genere, quale significato può in realtà celarsi? Appare subito chiaro che se un avversario insta-checka al suo turno allora non ha troppo da riflettere sulla propria mano. Ciò porta alla conclusione con non può avere il nuts oppure un draw. Entrambi questi tipi di punteggio hanno infatti bisogno di tempo per capire come è meglio giocarli, e l’insta-check non ne prevede ed indica spesso una debole top pair, qualche middle o underpair e aria pura.

Facciamo un esempio. Diciamo che avete rilanciato con a k e sul flop arrivano k 6 7 . Se l’altro giocatore insta-checka allora ci sono altissime probabiltà che abbiate la best hand su questo board (almeno al flop). Per cui potete tranquillamente puntare per valore.

Di valenza simile all’insta-check è l’insta-call. Pensateci un attimo, con quali mani un avversario può chiamare immediatamente? Se avesse qualcosa di forte probabilmente impiegherebbe del tempo per prendere una decisione, sia nel caso di un possibile raise e sia nell’ipotesi che voglia procedere con un slowplay. L’insta-call potrebbe invece arrivare da coppie weak e progetti deboli. Ed allora, considerando di nuovo l’esempio precedente, è possibile stabilire con un buon livello di certezza che l’oppo non abbia mai un set od una doppia coppia se chiama immediatamente al flop. (continua)

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento