Gioco legale e responsabile

Altra Strategia · Chrome

Ben “Sauce123” Sulsky si dà al NL50 Zoom

Scritto da
23/08/2013 06:26

5.408


Ben Sulsky è uno dei più stimati giocatori di poker online al mondo, ma non si tira indietro quando c’è da dare un’opinione anche su livelli giocati da comuni mortali, come questa mano del NL50 Zoom.

Dopo l’apertura del bottone a 1.5 $ – un regular su cui non abbiamo informazioni – hero decide di 3-bettare a 4.75 $ con a 8 con uno stack di cento big blinds effettivi, e venendo chiamato.

Il flop è quasi perfetto, perché con 6 4 7 ci consegna moltissima equity, ed hero decide di puntare 6.25 $ su un piatto di 10.25 $. Il turn è la q , ed hero si chiede cosa sia meglio fare.

Ben, ovviamente, premette che non si debba mai pensare di foldare, toccando poi due temi che si possono applicare a numerose situazioni di gioco: pianificare la mano su due street ed essere l’ultimo a puntare.

Il primo punto sta a significare, semplicemente, che dobbiamo far finire tutto il nostro stack nel piatto già al turn, in vari modi: “Puoi check/raisare il flop per poi pushare al turn, oppure check/callare il flop e check/raisare il turn – scrive Sulsky – puoi anche c-bettare il flop e check/raisare il turn, o ancora puntare circa il piatto al flop e quindi pushare al turn”.

In tutti questi scenari, è sempre hero a compiere l’ultima azione aggressiva, e non è un caso: “In generale, vuoi essere sempre tu a fare l’ultima puntata, in modo da massimizzare la fold equity“. In fondo, per quanto molto forte, abbiamo pur sempre un combo draw.

Purtroppo non sappiamo come è terminata la mano, ma questo non ha molta importanza: grazie agli spunti di riflessione offerti da Sulsky, infatti, la parte più interessante 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento