Gioco legale e responsabile

Altra Strategia · Iron

MTT: massimizzare un set in un torneo re-buy

Scritto da
27/11/2013 00:36

3.281


Saper estrarre il massimo valore possibile dalle proprie mani è uno dei punti di forza dei giocatori più competenti: vediamo qual’è una delle ricette di David “GhettoFabolous” Randall.

Lo statunitense è un professionista da tempo, e gioca sia tornei online che sit&go heads-up high stakes, oltre ad aver sfiorato il braccialetto WSOP nel 2010, fermandosi al terzo posto in un torneo di No Limit Hold’em.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

In questo torneo da 100 dollari re-buy giocato su PokerStars – dove il suo nickname è ‘malicous222’ – ci troviamo a giocare una delle primissime mani, decidendo quindi di aprire 4 4 da UTG+1 a 40, con uno stack residuo di 3.800.

L’UTG+2 ci 3-betta fino a 255, e David decide di chiamare: “Nella prima ora di gioco, quando è consentito il re-buy, sicuramente sono disposto a giocare qualche mano in più rispetto al solito, perché credo che avere uno stack importante in questo torneo ci concede un vantaggio consistente, ed è inoltre difficile commettere errori postflop con una mano simile”.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

David Randall, uno dei molti “vincenti sconosciuti” che circolano sul .com

Il piano è quello di floppare un set o magari un progetto di scala, ed il board ci aiuta grazie a 5 4 9 . La sua intenzione, una volta che il nostro avversario punta 255 fiches, è quella di check/raisare: “Su questo flop drawy possiamo rappresentare un buon numero di mani, per lui può diventare davvero difficile foldare un’overpair, e ogni tanto si trovano avversari che vanno rotti anche con mani come a k ”.

Già, ma quale size è meglio usare? L’UTG+2 ha ancora 2.660 fiches, e secondo Randall ci sono due opzioni possibili: “Possiamo decidere di rilanciare usando una size piccola, come ad esempio 555, in modo che il nostro avversario non foldi e si senta magari committed al turn con qualcosa come una coppia di otto.
Diversamente, e in particolare se pensiamo che nel range del nostro avversario ci siano molte overpair, possiamo anche rilanciare all-in, cercando di rappresentare un draw”.

Quello che in ogni caso suggerisce di evitare è una size “media”. Alla fine Randall decide di pushare, e la sua scelta viene premiata: l’avversario ha infatti q q , e così dopo un turn ed un river ininfluenti “GhettoFaboulos” riesce a raddoppiare il proprio stack, grazie a questa mossa non standard ma in questo caso efficace.