Vai al contenuto

Intervista a ‘psutennis11’, vincitore alle FTOPS XIII

Non e’ certamente ancora un nome cosi’ noto, quello di Jake ‘psutennis11′ Toole, eppure il ragazzo si sta facendo rapidamente strada. Si tratta di uno studente che si e’ affacciato al poker che conta da solo due anni, ma si è già messo abbondantemente in luce.
Ha infatti recentemente trionfato in un torneo NLHE 6-max da 2,500$ di buy in nell’ambito delle appena concluse Full Tilt Online Poker Series, portandosi a casa 453,687$. Un ottimo guadagno quindi, ma che non rappresenta per lui un episodio isolato. Nell’arco di quest’anno Jake è infatti riuscito a qualificarsi a ben 13 tavoli finali validi per la classifica di Online Player Of the Year, con una vincita pari a 750,000$, il tutto senza contare le sue vincite in tornei live.
Il nickname nasce dal suo recente passato: Jake faceva infatti parte della squadra di tennis della Penn State University (nella foto sotto vediamo Jake durante un match), almeno fino allo scorso gennaio, quando ha deciso di mollare tutto per dedicarsi pienamente al poker.

E gli inizi, per lui, non sono certo stati esemplari: ‘Non avevo la più pallida idea di cosa fosse il bankroll management. Dopo aver fatto piccoli depositi vinsi un torneo per 6,000 $, che erano una grande somma per me, ma ne bruciai la metà in breve tempo’.
Finché qualcuno, di lì a poco, non lo condusse verso i tornei ed un approccio più corretto al gioco: ‘E’ stato grazie al mio amico Andrew ‘gershantor1’ Gershenfeld che ho iniziato a giocare seriamente, e sono riuscito a costruirmi un bankroll di 25.000$’.

Ma la dura legge dei tornei stava per abbattersi anche su Jake, quando un periodo di profonda varianza negativa lo porta a perdere quasi tutto quello che era riuscito ad accumulare: ‘Ho pensato di smettere, continuavo a ripetermi che non potevo perdere tutti quei soldi, che sono davvero molti per uno studente universitario. Fortunatamente poi arrivai quarto e primo in due tornei nell’arco di due giorni, e grazie a questi risultati il mio bankroll era nuovamente in piedi. Poco dopo feci due ottimi risultati online, arrivando al tavolo finale del Sunday Mulligan di Full Tilt e vincendo il Nightly Hundred Grand su Pokerstars , per uno swing che mi valse 100,000$ in quel periodo’.
E che non si fermò lì, visto che riuscì poco dopo ad affermarsi anche nel 200,000$ garantiti su Full Tilt e ad arrivare secondo al Sunday Warm-up, prima dell’affermazione nell’evento delle FTOPS. A soli vent’anni, Jake Toole può quindi vantare un curriculum di tutto rispetto, ed è convinto che questa ulteriore affermazione possa fargli guadagnare ancora più considerazione nel mondo dell’online.

E per lui che ha già vinto il side event dell’EPT di Dortmund, la prossima tappa sono le WSOP che verranno, quando avrà quei ventun’anni che gli consentiranno di partecipare: ‘Ci sarò sicuramente. Quest’anno sono stato a Las Vegas a seguire un amico, Eric Ladny, che è giunto al tavolo finale di un NLHE da 2,000$ ed è stato davvero frustrante non poter giocare. La prossima estate non mancherò’.

E con questi risultati alle spalle, circondato da amici talentuosi almeno quanto lui, siamo certi che sentiremo ancora parlare di Jake ‘psutennis11’ Toole.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

 

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta