Vai al contenuto

Pokerstars.it EPT Kiev Final Day: il trionfo di Maxim Lykov

Protagonista dal primo all’ultimo giorno. E’ l’incredibile parabola vincente di Maxim Lykov, 21enne moscovita appena laureatosi campione al neonato Pokerstars.it EPT Kiev, primo appuntamento della sesta stagione dello European Poker Tour.
Quasi otto ore di gioco per ribadire un poker solido ed aggressivo, che ha portato Maxim a mietere risultati nei tornei online (molti i suoi successi su Pokerstars col nickname "Decay", ndr) che live (uno per tutti, l’evento da 3.000€ al Red Sea Poker Cup di Sharm-el-Sheik, ndr), e che lo ha condotto ieri al suo più grande successo in carriera.

Questo lo schieramento di partenza:
Seat 1: Vadim Markushevski 1,662,000
Seat 2: Lucasz Plichta 731,000
Seat 3: Adrian Schaap 520,000
Seat 4: Arthur Simonyan 531,000
Seat 5: Torsten Tent 264,000
Seat 6: Maxim Lykov 2,597,000
Seat 7: Alexander Dovzhenko 1,590,000
Seat 8: Vitaly Tolokonnikov 1,019,000

Dopo un’oretta di studio, il final table perde uno dei suoi protagonisti più accreditati, Vadim Markushevski. Il forte bielorusso è però incappato nel peggior "cooler" possibile, quando Vadim effettua un raise a 80mila da middle, Dovzhenkho reraisa da bottone a 240mila, Markushewski rilancia ancora per 590 totali e il rivale va allin per 1930000 coprendo il Vadim di appena 100mila chips. Quest’ultimo fa call e lo showdown è crudele:

KK per Markushevski
AA per Dovzhenkho

Il board non regala sorprese e uno dei più accreditati per la vittoria finale termina invece in 8° posizione.

Quindi escono gli short Tent (out contro Lykov, A8 vs K8 che però trova K e 8 sul flop) e Schaap (ancora contro Lykov, AQ vs la coppia di 10 del russo che tiene), e il gioco si fa aggressivo: spaventosa una mano in bluff totale tra Lykov e Dovzhenkho, vinta da quest’ultimo grazie ad un call al river con A carta alta, che gli consegna una netta chiplead.

5° classificato è il polacco Plichta, che è entrato nelle simpatie di tutti per il fatto di essersi qualificato senza spendere un euro, ma vincendo una serie di tornei satellite partendo dalla spesa di 2500 fpp (frequent player points), i "punti fedeltà" di Pokerstars. Per lui un graditissimo premio da 80mila €, giunto dopo una rocambolesca eliminazione: 88 per lui, QQ per Tolokonnikov e flop Q 8 10. Un 9 sul turn apre anche la possibilità di una clamorosa divisione del piatto, ma il river è un innocuo 5 che decreta l’uscita del polacco.

Quindi è il turno di Simonyan, e qui il killer è Dovzhenkho, che fa call con coppia di 10 al disperato allin preflop del rivale con Q8. Board nullo e si rimane in tre con Lykov che, paradossalmente, è ora lo short stack.

Ma Maxim riprende il controllo delle operazioni, e fa fuori Tolokonnikov vincendo il coinflip contro la coppia di 7 di quest’ultimo, quando i suoi AJ trovano un’adorato asso sul turn.

L’heads up vede dunque questa situazione di partenza:

Maxim Lykov 5895000
Alexander Dovzhenko 3020000

Scopri tutti i bonus di benvenuto

La maggiore capacità d’iniziativa di Lykov però fa la differenza e si arriva, dopo circa 40 minuti, alla mano decisiva. Dopo raise preflop dell’ucraino e call del russo si arriva al flop 4 j 7 in cui entrambi i players fanno check.
Il turn è un 4 , Lykov fa ancora check, mentre Dovzhenkho punta 400mila. Lykov annuncia il raise a un milione totali, e Dovzhenkho dichiara l’instant allin. Altrettanto istantaneo è il call di Lykov che porta al seguente showdown:

Lykov 4 9
Dovzhenkho j 10

Il river a sancisce il trionfo di Maxim Lykov, consegnandogli la picca di cristallo simbolo dell’EPTdi Pokerstars, e un bell’assegno da 330.000€!

Ecco il payout completo del tavolo finale:

1°. Maxim Lykov – € 330.000
2°. Alexander Dovzhenko – € 220.000
3°. Vitaly Tolokonnikov – € 140.000
4°. Arthur Simonyan – € 100.000
5°. Lucasz Plichta – € 80.000
6°. Ad Schaap – € 60.000
7°. Torsten Tent – € 45.000
8°. Vadim Markushevski – € 30.000

Nonostante le premesse poco fauste, e le disavventure dovute all’improvviso cambio di location, questo EPT Kiev si è rivelato alla fine dei conti un buon torneo, che ha celebrato la prima vittoria di altissimo livello per un giocatore del quale – ne siamo certi – si parlerà ancora: Maxim Lykov!
Il circo dell’EPT si sposta ora a Barcellona dove, tra un paio di settimane, prenderà il via la seconda tappa di questa stagione EPT. Assopoker – neanche a dirlo – ci sarà quindi…stay tuned!

 

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI