Gioco legale e responsabile

News

WSOPE: players europei in vantaggio sugli Yankees

Scritto da
12/10/2013 07:14

1.822


E’ appena iniziata la settima edizione delle World Series of Poker Europe: per la prima volta la competizione sbarca a Parigi, dopo le esperienze passate di Cannes e Londra. Sono parecchie le curiosità riguardo questa affascinante competizione. Abbiamo individuato diversi trend che sono stati il filo conduttore di tutte le edizioni. 

annette-obrestad

WSOP-WSOPE: le doppiette

Chi ha vinto in estate a Las Vegas ha molte più chance di trionfare anche in Europa: il primo è stato il danese Jesper Hougaard che ha vinto un evento 1.500£ NLHE a Londra bissando la vittoria dello stesso torneo in Nevada nello stesso anno. 

JP Kelly lo ha imitato un anno dopo: in estate si era preso con forza il 1.500$ PLO e in autunno ha vinto in casa il 1.000£ NLHE. La tendenza è stata confermata nel 2012 da Antonio Esfandiari e da Phil Hellmuth.

“The Magician” ha shippato il “Big One Drop” e si è assicurato il braccialetto a Cannes in un piccolo torneo da 1.000$, rispetto al buy-in di un milione investito al Rio Casinò.  Per “PokerBrat” il 2012 è stato un anno d’oro:  vittoria nell’evento 2.500$ Razz e capolavoro in Costa Azzurra con la vittoria nel Main Event WSOPE.

Nessun dominio americano

Nel Vecchio Continente per i pro statunitensi è molto più difficile primeggiare: alle WSOP le statistiche sono impressionanti, con 879 braccialetti finiti negli States rispetto ai 124 degli europei. In casa però i nostri players sono riusciti a vincere 16 dei 30 eventi WSOPE, ovvero il 53,3%, un leggero vantaggio giustificato anche dalla presenza maggiore dei giocatori locali. Però, non assistere ad un dominio così netto del poker made in USA è sempre una notizia.

WSOPE: un buon affare per le donne

Il Ladies Event inaugura le World Series of Poker Europe e forse non è un caso. Questa competizione ha sempre lasciato spazio al poker in rosa. Sui 30 tornei totali disputati, in quattro contiamo la presenza di una donna al tavolo finale. In tre occasioni addirittura si è arrivati in heads-up.

Jennifer Harman ha sfiorato il primo posto nel torneo inaugurale: il 2.500£ HORSE ma si è dovuta arrendere al tedesco Thomas Bihl. Una settimana dopo la giovanissima Annette Obrestad ha trionfato nel Main entrando nella storia del poker mondiale e non solo europeo, vincendo un milione di sterline.

Ecco il calendario ufficiale (mese/giorno/anno) per l’edizione 2013:

10/11/2013 1 Ladies No-Limit Hold’em (2-Day Event) €1,000 + €100

10/12/2013 2a No-Limit Hold’em Re-Entry Day 1a (4-Day Event) €1,000 + €100

10/13/2013 2b No-Limit Hold’em Re-Entry Day 1b (4-Day Event) €1,000 + €100

10/14/2013 3 Mixed-Max No-Limit Hold’em (4-Day Event) €5,000 + €300

10/15/2013 4 Pot Limit Omaha (3-Day Event) €1,500 + €150

10/16/2013 5 No Limit Hold’em (3-Day Event) €2,000 + €200

10/17/2013 6 Mixed-Max Pot-Limit Omaha – Day 1 (3-Day Event) €3,000 + €250

10/19/2013 7a Main Event – No-Limit Hold’em – Day 1a (7-Day Event) €10,000 + €450

10/20/2013 7b Main Event – No-Limit Hold’em – Day 1b (7-Day Event) €10,000 + €450

10/22/2013 8 High Roller No-Limit Hold’em (3-Day Event) €25,000 + €600

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento