GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Online

Ben86 vs Isildur1: una delle ultime mani pazzesche su Full Tilt Poker

Nel luglio del 2013 Ben "Ben86" Tollerene e Viktor "Isildur1" Blom si sfidarono in una mano incredibile da oltre $370.000 su Full Tilt Poker. I due fortissimi cashgamer andarono all-in sul turn con lo svedese in vantaggio del 61%

Scritto da
11/03/2017 10:20

2.565


Recentemente abbiamo dedicato un articolo alla carriera straordinaria di Ben “Ben86” Tollerene, un autentico fenomeno del poker in grado di vincere oltre 11 milioni di dollari netti nel cash game high stakes online. Anche se oggi, Tollerene è con ogni probabilità il più vincente tra coloro che continuano a giocare con regolarità ai tavoli nosebleed (players come Phil Ivey e Patrik Antonius sono spariti dalla circolazione). La sua carriera non è sempre stata rose e fiori. In passato ha dichiarato di essere andato broke 11 volte,  prima di riuscire a imporsi ad alti livelli.

Il motivo è semplice: più saliva verso gli high stakes e più si trovava coinvolto in partite con avversari fortissimi. Perché quando trovi sulla tua strada giocatori come “Isildur1“, finisci inevitabilmente per swingare i massimi. E anche se nel 2013 erano entrambi professionisti affermati, c’è una mano di quel periodo che dimostra quanto sia importante avere il giusto mindset per arrivare in alto, visto che a volte si finisce per giocare piatti per centinaia di migliaia di dollari con vantaggi o svantaggi percentuali minimi.

Ben Tollerene

Ben Tollerene

Era il 16 luglio 2013 quando Ben e Viktor si trovarono di fronte in heads-up a un tavolo 6-max ai limiti $400-$800 su Full Tilt Poker. C’è stato solo un livello più alto di questo nella storia del poker online: il No-Limit Hold’em $500-$1000.

Isildur1” ha davanti a sé $306.658 e apre il gioco a $2.400 dal bottone/small blind. “Bttech86” ha uno stack di circa $187.000 e decide di 3-bettare a $9.600 con una mano marginale come 3 4 . Viktor chiama e il piatto è già di $19.200 prima ancora di vedere il flop.

Le prime tre carte scoperte sono 7 5 4 . Tollerene fa check con molta equity: ha la bottom pair, un progetto di scala a incastro e un progetto di colore. “Isildur1” punta $13.600 e si ritrova a dover fronteggiare il check/raise dell’avversario: Tollerene piazza un rilancio a $43.955.

Blom chiama e sul turn compare un 2 . A questo punto Ben Tollerene ha un progetto di scala bilaterale, un progetto di colore e una coppia di quattro. Con circa $134.000 dietro sceglie di puntare $69.816 sul pot da $107.110. Ma “Isildur1” non è intenzionato a mollare e va all-in coprendo l’avversario. Ben non ci pensa due volte e chiama.

Viktor Blom

Viktor Blom

Showdown:

Isildur1 mostra 8 8
Bttech86 mostra 3 4

Nel pot ci sono $376.214 e la situazione è ancora molto equilibrata nonostante ci sia solo una carta da girare per completare il board: con il suo combodraw Tollerene è al 38%, mentre Blom è avanti con il 62% grazie alla over pair e alla scala a incastro.

La mano vincente verrà determinata su un solo river, perché Viktor Blom è noto per non scegliere mai il Run it Twice. In questo caso il river lo condanna: l’ultima carta è un a che consegna a Ben Tollerene la scala.

tollere-blom

Questa folle mano si conclude quindi con “Bttech86” che si assicura un monster pot da $376.214. Anche così si vincono milioni di dollari nel cash game high stakes…

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento