GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Online

Justin Bonomo, re degli high roller ma sotto di un milione di dollari negli high stakes online

Justin Bonomo sta vivendo un 2018 da urlo, ma i suoi risultati negli High Stakes Online parlano chiaro: non è il cash game nosebleed la sua strada

Scritto da
08/06/2018 16:00

1.380


Se il 2014 è stato l’anno di Dan Colman e il 2016 l’anno di Fedor Holz, il re degli high roller live nel 2018 sembra essere a tutti gli effetti Justin Bonomo. Il professionista americano, che a 33 anni può già essere considerato a tutti gli effetti un veterano del poker, ha infatti vinto 8 tornei high roller negli ultimi sei mesi, incassando la sbalorditiva cifra di $14.567.638.

Come tutti sanno, però, le vincite nei tornei high roller sono lorde e soprattutto non tengono in considerazione le quote vendute. Sicuramente in eventi come il Super High Roller Bowl da $300.000 di buy-in e il Super High Roller Bowl China da $267.700 di buy-in (entrambi vinti per quasi 10 milioni di dollari complessivi), Bonomo aveva venduto gran parte delle quote. Considerando anche gli swap, il profitto netto è certamente ben inferiore a quei 14.5 milioni di dollari.

Non c’è dubbio, però, che il professionista di Las Vegas stia vivendo un 2018 da favola, in grado di arricchirlo ulteriormente e soprattutto mettere alle spalle i risultati ottenuti nel corso degli anni ai limiti più alti del cash game online. Risultati sorprendentemente negativi…

Justin Bonomo (photo courtesy PokerstarsBlog)

Justin Bonomo e il netto passivo su Full Tilt Poker

Il nome di Justin Bonomo iniziò a circolare tra gli appassionati di poker più di dieci anni fa, quando dietro al nickname “ZeeJustin” distruggeva gli avversari nei sit&go high stakes. Una brutta vicenda legata al multiaccount su PartyPoker.com lo fece però sparire dalle scene, almeno fino al 2009.

A quel punto “ZeeJustin” era ricomparso, ma stavolta nel cash game high stakes di Full Tilt Poker. Convinto di poter fare il salto da una disciplina all’altra senza problemi, si ritrovò presto in mezzo agli squali dei tavoli nosebleed.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.


L’esordio di Bonomo ai limiti $50-$100 e superiori fu strepitoso, come testimonia il suo grafico su HighStakesDB: tra novembre 2009 e febbraio 2010 vinse $616.000. Non ci fu però nemmeno il tempo di acclamare il nuovo fenomeno degli High Stakes Online che la mancanza di esperienza e competenze si fece sentire in maniera netta.

Nel giro di un anno, infatti, Bonomo passò da +$600.000 a -$1.167.143. Uno swing di quasi 1.8 milioni di dollari e una sentenza per Justin: al tavolo di cash game contro gente come “Isildur1” e “durrrr” non poteva circolare. A dirlo è soprattutto una statistica: la sua esperienza agli High Stakes Online di Full Tilt Poker si concluse con una perdita media di $11.02 a mano.

Il grafico di “ZeeJustin” su Full Tilt Poker:

I risultati su Pokerstars.com

Dopo il Black Friday, Justin Bonomo si è trasferito a Malta insieme ad Isaac Haxton per poter continuare a giocare online. L’aria mediterranea non ha però giovato a Bonomo, che su Pokerstars ha rivissuto lo stesso film: prima è andato nettamente in profitto, poi è sprofondato.

Justin ha infatti vinto mezzo milione di dollari in pochissimo tempo, per poi toccare l’all-time high di $613.000. Poi il crollo, che in questo caso non lo ha portato in passivo ma ha comunque ridotto il profitto a $157.871 dopo 101.165 mani.

Complessivamente, quindi, Justin Bonomo è in passivo di un milione di dollari nel cash game high stakes. Un risultato inaspettato per uno dei torneisti più vincenti di tutti i tempi: le vincite lorde di “ZeeJustin” sono infatti arrivate alla mirabolante cifra di 32.6 milioni di dollari. Attualmente solo Daniel Negreanu ed Erik Seidel gli sono davanti. Sicuramente lo stesso Bonomo sa bene su quale disciplina gli conviene indirizzare la sua carriera…

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento