Gioco legale e responsabile

Online

Il misclick di “easywithaces”: vuole giocare un torneo da $5, si iscrive per sbaglio al WCOOP da $535

Lo streamer Fintan "easywithaces" Hand ha commesso un clamoroso misclick in diretta su Twitch registrandosi a un torneo da $535 del WCOOP invece di registrarsi a quello da $5. Ecco com'è andata a finire

Scritto da
10/09/2018 10:10

2.199


Quando si gioca a poker online è fondamentale mantenere l’attenzione molto alta, perché spesso sono i dettagli a fare la differenza tra una sessione positiva e una negativa. E non è solo una questione di carte, avversari e flow della partita ma anche per tutto ciò che va oltre al gioco in sé.

Ad esempio, quando si gioca su una poker room con tanti tornei come Pokerstars, è importante essere concentrati perché l’errore di distrazione è dietro l’angolo. Basta spostare il mouse di pochi centimetri per selezionare il pulsante sbagliato, come sanno bene tutti coloro che hanno misclickato almeno una volta nella vita: vuoi premere fold e invece chiami, o viceversa. E se alla fine perdi il piatto (giustamente) il tilt può solo accompagnare, visto che l’errore è solo tuo.

La reazione di “easywithaces” quando si è reso conto dell’errore

Lo sa bene Fintan “easywithaces” Hand, un giocatore che si sta facendo strada nella giungla di Twitch. Lui, come tanti altri grinder, mostra le sue sessioni in diretta streaming e sta cercando di costruirsi una fanbase che gli permetta di ottenere una sponsorizzazione come avvenuto per tanti altri streamer (da Parker “tonkaaaaap” Talbot a Jason Somerville).

Per ora Hand non è ancora riuscito a sfondare per le sue abilità al tavolo e la sua capacità di intrattenere il pubblico. Tuttavia riuscirà certamente a guadagnarsi una certa fama grazie a un clamoroso misclick avvenuto proprio in diretta streaming.

  Su PokerStars.it sono arrivati gli Spin & Go Max: registrati subito! Ti attendono promozioni speciali!

Il clamoroso misclick di Fintan “easywithaces” Hand

Non sappiamo se “easywithaces” sia un vero e proprio professionista ma certamente conosce bene le dinamiche del poker online. Lo si vede dal modo in cui “si muove” con disinvoltura nella lobby di Pokerstars (room che lo sponsorizza nel team pro online). Forse troppa disinvoltura.

Due giorni fa il giocatore inglese stava trasmettendo una sessione incentrata sui tornei del WCOOP della piattaforma internazionale di Pokerstars. Nel WCOOP ci sono tornei con buy-in di ogni tipo, dai micro agli high stakes. Non essendo un top reg, Hand ha deciso di grindare i tornei fino a $27. Quando ha visto che nella lobby della picca rossa c’era un mini-torneo da appena $5 di buy-in del WCOOP, non ha esitato a registrarsi, visto che il garantito era ben superiore ai $100.000.

Si trattava di un evento rebuy, un vero e proprio donkament: migliaia e migliaia di iscritti, giocate fuori da ogni logica (“tanto si può rientrare” cit.) e la possibilità di raggiungere un final table ricchissimo dopo un’autentica maratona ai tavoli. Hand si è quindi iscritto con la consapevolezza di poter trascorrere ore e ore a giocare contro avversari piuttosto deboli e tendenti alle spewate.

O almeno, così credeva. Perché quando si è aperto il tavolo, si è reso conto di aver commesso un errore madornale: invece di iscriversi al WCOOP rebuy da cinque dollari, si era iscritto al WCOOP rebuy da $535!

E questa è stata la sua reazione:

L’illusione, poi l’eliminazione

Dopo lo stupore e lo sconforto per il clamoroso errore, Hand non ha potuto fare altro che giocare, pur sapendo di ritrovarsi in un torneo non solo ben al di sopra delle sue possibilità economiche ma anche delle sue skills: un WCOOP rebuy da $530 di buy-in è popolato per la maggior parte da top professionisti.

Nonostante la tensione per il momento e l’ovvia impossibilità di iniziare subito con un rebuy per avere uno stack pari al doppio di quello iniziale, Hand è riuscito a salire molto nel chipcount. A un certo punto si è persino ritrovato con uno stack di 130.000 chips quando l’average era di appena 21.000 gettoni. Un monster stack che gli valeva la 16° posizione su 290 players left ma che purtroppo non è riuscito a gestire.

Il poker player inglese ha infatti provato a sopravvivere almeno fino allo scoppio della bolla ma così è diventato l’obiettivo preferito degli squali al tavolo. Alla fine, su blinds 1.500-3.000 ha aperto 2x da UTG con J-J e uno stack di 50.000 chips (meno di 20 bb). Ha subito una 3-bet a 20.000 da middle-position e ha deciso di giocarsi tutto.

Il suo avversario ha chiamato con A-K e nonostante Hand abbia centrato un Jack sul flop è stato eliminato da una scala. Il video dello showdown:

Ha quindi chiuso il torneo in 188° posizione con 53 posti pagati. Una grande delusione e un duro colpo al suo bankroll, ma soprattutto una importante lezione: i misclick non capitano per caso, bisogna sempre essere concentrati quando si tratta di denaro. Nel poker e nella vita.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento