Gioco legale e responsabile

Online

Mustapha Kanit: chi gioca solo per i soldi è destinato a fallire. La determinazione e i sogni pagano sempre

Scritto da
08/10/2019 17:30

2.200


Mustapha Kanit è uno dei giocatori più famosi e vincenti al mondo. Ultimamente ha diversificato le sue attività e i suoi investimenti, ma il poker rimane il suo centro di gravità permanente da dove può spiegarla veramente a tutti. E la spiega anche nel suo blog. 

 

Mustapha Kanit campione di comunicazione

Sono pochi i giocatori di poker al mondo che riescono a catalizzare l’attenzione come riesce a fare Mustapha Kanit, il pluridecorato campione italiano che ormai da anni mette a ferro e fuoco le arene virtuali e reali del nostro gioco.

Il modo di porsi di “Mustakkione” si rivela praticamente sempre vincente, come se ci fosse qualche professionista preposto a seguire passo passo ogni tipo di sua azione comunicativa. Invece la dote è naturale, nessun artefizio, nessuno che lo segue.

E questo enunciato, se avete pensato esclusivamente alla sua propensione social (Musta è attivissimo soprattutto su Instagram), vale anche per ciò che gravita attorno alla sfera relativa alla sua vita reale. 

La capacità di fare autocritica

Kanit ha parlato durante l’estate appena conclusa, della necessità che ogni giocatore di poker che affronta la carriera pokeristica deve avere per diventare un campione: la capacità di fare autocritica, unita al porsi costantemente nuovi obiettivi.

EPT Barcellona High Roller Mustapha Kanit

Il reperimento delle informazioni atte a giocare online in modo performante è ormai alla portata di tutti, ma ciò non vuol dire che dobbiamo smettere di imparare con la nostra testa attraverso il vissuto da giocatore”, scrive Musta sul blog che tiene su Winamax.fr, “sta a noi renderlo semplice e performante mantenendo sempre l’equilibrio tra tutte le componenti”. 

La domanda che lo stesso Kanit si pone nel paragrafo successivo è: ok, facile dirlo, ma come si fa? 

L’importanza di porsi delle domande

L’obiettivo allora si sposta sugli approcci totalmente diversi che ogni giocatore utilizza quando affronta una sessione e riconosce che ognuno può ricavarne profitto a medio e lungo termine  a seconda di quanto si trovi confident in quella determinata situazione. 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Per cui, a questo punto, Musta non può fare altro che parlare della sua esperienza, rivelando che il suo modo di lavorare al meglio è sempre stato quello di porsi delle domande durante e dopo la sessione, analizzando gli spot più importanti, anche quelli vinti per capire se avrebbe potuto estrarre maggior valore. 

In gruppo o da soli?

Il discorso si sposta poi sulla condivisione delle nozioni che, se da una parte può essere scomodo per qualcuno, dall’altra può invece essere divertente e molto stimolante. Quindi il consiglio è che se vi piace lavorare in gruppo, scegliete delle persone che vi diano delle motivazioni, che vi aiutino a rendere il meglio.

Mustapha Kanit

Lavoro e determinazione pagano sempre, giocare solo per i soldi è deleterio per tutti, prima o poi si fermano e non riescono ad andare avanti. Trovare una motivazione che ti spinga ad andare oltre l’obiettivo finanziario: solo a quel punto capirai che i soldi arriveranno di conseguenza. 

L’obiettivo di diventare un giocatore professionista deve essere un tramite, un sogno da raggiungere, ma se vi fermate al risultato attuale sperando di fare i più soldi possibile fin da subito, sarete destinati al fallimento“.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento