Gioco legale e responsabile

Online

partypoker lancia la liquidità condivisa: Bertrand ‘ElkY’ Grospellier nuovo ambasciatore

Bertrand ‘ElkY’ Grospellier sarà ‘eu. ambassador’ per partypoker, che a fine mese entrerà nella liquidità condivisa nel .fr e .es. Soddisfatto il player francese, che si rilancia dopo aver interrotto il suo rapporto decennale con PokerStars qualche mese fa.

Scritto da
14/04/2018 11:00

2.358


Colpo grosso in casa partypoker. La nota poker room online, dopo Johnny Lodden e Isaac Haxton, accoglie tra le proprie fila anche Bertrand ‘ElkY’ Grospellier, con un ruolo ben preciso: essere l’ambasciatore della liquidità condivisa.

Sì, perché entro fine mese, partypoker dovrebbe lanciare la liquidità condivisa nel mercato spagnolo e francese. E chi meglio del giocatore di poker professionista più vincente di Francia, per diffondere il verbo non solo sul .fr e sul .es, ma anche nei tornei live?

 

partypoker ElkY

Bertrand ‘ElkY’ Grospellier con la nuova patch

 

L’esordio al Millions Barcellona

‘ElkY’ ha dato l’annuncio dell’inizio della collaborazione con partypoker sul suo profilo Twitter nel primo pomeriggio di ieri:

Sempre ieri, Grospellier ha fatto il suo esordio con la patch di partypoker durante il Day del Millions Grand Final Main Event di Barcellona, anche se non è andata benissimo: il francese è stato eliminato prima dello scoppio della bolla.

“Siamo deliziati dal fatto che ElkY si unisca a partypoker”, ha dichiarato Tom Waters, managing director della room. “ElkY ha un profilo fantastico e tanta esperienza, sia in Francia sia in tutto il mondo, cosa che lo rende un ambasciatore perfetto in vista del lancio della liquidità condivisa.

Faremo in modo di portare il recente successo che abbiamo visto nel nostro mercato .com anche nel nuovo mercato .eu, ed ElkY sarà fondamentale per aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi”.

partypoker pronto per la liquidità condivisa

Pochi giorni fa, partypoker aveva per l’appunto annunciato il lancio di partypoker.eu, che permetterà ai giocatori residenti in Spagna e in Francia di ritrovarsi insieme seduti agli stessi tavoli di tornei e cash game.

Come riportava Poker Industry PRO, a inizio settimana la francese ARJEL (l’equivalente della nostra vecchia AAMS, oggi Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) aveva attribuito due nuove licenze per la liquidità condivisa.

La prima ad un operatore di corse dei cavalli francese, la Pari Mutuel Urbain, la seconda alla B.E.S. SAS, una sussidiaria del gruppo bwin. La PMU, oltre alle corse dei cavalli, offre anche una skin sul network francese di partypoker, condividendo il pool di giocatori tra bwin.fr e partypoker.fr.

In Spagna, invece, è sufficiente essere in possesso di una regolare licenza. In terra iberica, tuttavia, partypoker sta affrontando un processo di aggiornamento: da qui i necessari tempi tecnici per partire. Se non sarà fine mese, partypoker.eu aprirà i battenti poco dopo.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento