Gioco legale e responsabile

Cash Game

Daniel Negreanu e un hero call che gli rovina la sessione: mossa giusta o sbagliata?

Nel corso della sessione numero 13 della sfida con Doug Polk, Daniel Negreanu stava volando, ma una mano in particolare gli ha azzoppato il profit. Si tratta di un hero call al river su pot da oltre 100k: voi come l’avreste giocato?

Scritto da
01/12/2020 12:00

1.934


Torniamo subito a parlare della sfida tra Daniel Negreanu e Doug Polk, perché il Kid Poker ha rosicchiato qualcosina all’avversario, che giusto ieri era volato a quasi +600k. Lo facciamo perché i due si sono battuti nuovamente ieri sera e durante la sessione è capitata una mano molto interessante.

Il canadese ad un certo punto della serata si era trovato anche a +$100.000, ma alla fine si è dovuto accontentare di un attivo di circa $21.000. Senza l’hero call di cui vi parleremo tra poco, il suo profit sarebbe stato decisamente più corposo.

 

Daniel Negreanu

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

 

Daniel Negreanu e un bloody river

La mano comincia con Doug Polk a rilanciare a $948 con A 7 . Daniel Negreanu spilla J 9 e opta per una three-bet a $4.269, prontamente chiamata dal suo avversario.

Flop: 2 9 6

Danielino continua ad aggredire con la sua top pair, scegliendo una bet di $6.403 che equivale a circa i tre quarti del pot. L’americano ha soltanto asso-carta alta e il vantaggio della posizione, ma decide comunque di appoggiarsi.

Turn: 4

La mano di Daniel Negreanu non è migliorata, ma il canadese spara ancora il 75% del pot, cioè $16.009. Il suo avversario ora ha il progetto di colore nuts oltre ad una overcard e non molla la presa: call.

River: A

La presenza dell’asso induce il canadese a rallentare: check. Polk però fiuta l’occasione di rastrellare il massimo valore e manda la vasca per $33.000. Negreanu va in the tank per più di un minuto, ma alla fine perde e concede un piatto da $119.000 al suo avversario.

Voi cosa avreste fatto?

Chiaramente giudicare una giocata di un campione come Daniel Negreanu non è semplice, e il senno di poi delle carte viste finirebbe per influenzare qualsiasi valutazione.

Tuttavia, se vi foste trovati al posto del canadese, e data l’action precedente, voi avreste chiamato l’all-in di Doug Polk o avreste gettato le carte nel muck, in attesa di  uno spot più safe?

Tag: