Gioco legale e responsabile

Storie di Assopoker

Alberto “Everbrun1” Cigliano: “mattina e pomeriggio field morbidissimo, ma iniziate solo se super motivati”

Scritto da
05/11/2019 13:59

1.999


Ancora un protagonista delle notti online che a colpi di raise e 3bet anima le arene virtuali di tutte le room italiane. Alberto “Everbrun1” Cigliano viene allo scoperto in questa nuova puntata delle Storie di Assopoker.

Alberto Everbrun1 Cigliano

Abbiamo raggiunto Alberto “Everbrun1” Cigliano per farci raccontare un po’ di cose della sua vita, del suo modo di interpretare il giochino e altre varie curiosità che possono farlo conoscere al grande pubblico. E lui è stato molto disponibile.

La giornata tipo

Cigliano

Ciao Alberto e grazie per il tuo tempo concesso per i lettori di Assopoker. 

Intanto mi piacerebbe molto sapere qualcosa su di te. Età, dove sei nato, dove vivi, so che sei ancora giovanissimo, se vivi coi tuoi, quali sono le tue passioni oltre al poker, la tua vita privata se ce la vuoi svelare ovviamente…

Ciao a tutti i lettori di Assopoker

Sono Alberto Cigliano meglio conosciuto online come Everbrun1. Ho 25 anni da poco compiuti, sono nato ad Ischia (Napoli), un’isola turistica molto bella immersa nel golfo di Napoli.

La mia giornata tipo inizia verso le 13/14 con il pranzo. Come ben sai, Andrea, gli orari dei reg mtt non sono proprio mattinieri e a seconda di come è andata la sessione precedente, imposto la sveglia per 8 ore di sonno che per quanto mi riguarda sono categoriche!

Senza un adeguato riposo mi è praticamente impossibile iniziare la giornata nel modo giusto e soprattutto in periodi come questo delle Icoop dove magari si rischia di fare una bella deep run, bisogna farsi trovare freschi e pronti, cali di concentrazione o botte di sonno improvvise non sono ammesse.

Dopo aver pranzato, il pomeriggio lo passo analizzando gli spot che mi sono segnato della sessione precedente o facendo coaching ai ragazzi che seguo. Se non ho nessuna lezione da fare e non ho voglia di fare review, preferisco uscire con amici oppure guardare partite sportive in tv. Di solito calcio e tennis sono i miei preferiti da guardare visto che li seguo fin da bambino. Adoro soprattutto i big match.

Ed ecco che in un attimo si fa ora di cena ed è ora iniziare a fare sessione, nei giorni normali mi schiero verso le 21,00, durante le series anticipo la cena e sono in postazione alle 20 max 20.30″.

MTT ma il primo amore fu il cash game

Mi pare di aver capito che gli MTT siano il tuo Main Game. Hai intenzione, oppure lo fai già, di misurarti in altre discipline, format, o varianti? Che abi giochi?

“Gli mtt attualmente sul .it sono secondo me la disciplina più profittevole: tanti amatori che ancora fanno gli stessi errori di 10 anni fa e field reg medio non propriamente imbattibile, ma non mi definisco un torneista puro. 

Ho iniziato giocando cash game e heads up NL 25 cash ormai 6 anni fa quando ero all ultimo anno di liceo e mi mantenevo per le mie piccole spese in questo modo. Non ti nascondo che se Stars non avesse tolto la rakeback probabilmente non avrei mai grindato MTT. Gli orari non sono propriamente comodi e come dico spesso non è un gioco molto meritocratico.

Basti pensare che ormai il guadagno medio per un torneista come me ad abi massimo sulle .it si aggira intorno ai 30/35K l’anno. Questo dato inoltre è soggetto a tutta la varianza che la disciplina comporta quando vai allo showdown per la tournament life in tornei che ti possono sicuramente cambiare l’annata. 

A meno che tu non sia il solito reg “selezionato” a turno, molto spesso ti capiterà di vedere la tua deep run sfumare sul più bello; pensa che un reg come me non shotta 10K sul .it da 2 anni ormai. Il palinsesto non è più così allettante e solo le series danno un po’ di brio ai garantiti. Urge veramente la liquidità condivisa perché altrimenti l’unica soluzione per un ragazzo che vuole migliorare e confrontarsi con field più ampi e duri sarà trasferirsi all estero come già tantissimi stanno facendo”.

Come sei cresciuto professionalmente? Sei partito dal basso conquistando il tuo spazio livello per livello, per farti le ossa, oppure hai iniziato di slancio dai buy-in importanti? Cosa consiglieresti a chi inizia da adesso? 

“Io ho iniziato con Pokermagia e sotto la guida di Rino Fusco in poco tempo sono passato dal giocare un abi 10/15 ad un abi 30/35, inoltre il coaching con lui mi ha permesso di migliorare rapidamente ed i risultati si sono subito visti, quindi, sì, diciamo che ho scalato tutti i livelli. 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Ad un ragazzo che vuole intraprendere questa strada consiglierei di non iniziare sinceramente, oggi il poker non è più quello di 10 anni fa dove si guadagnava 1K a sera senza fare molto. Attualmente per emergere serve tanto studio e una buona run soprattutto negli Mtt. A meno che questa non sia la tua passione e sei disposto a fare tanti sacrifici in quel caso auguri ti toccherà sudare parecchio”.

Se e quanto sono importanti gli HUD in una specialità come quella degli MTT? Servono a partire da un certo Buy In? Oppure le sensazioni in game sono più importanti? 

“Io sono un bel po’ fissato con l’Hud, lo ritengo fondamentale in un field come quello del .it dove siamo sempre gli stessi a giocare ogni sera, mi è utile soprattutto per exploitare le scelte post flop di reg (ormai ce ne sono molti sul it e ricordarsi tutte le varie tendenze diventa pressoché impossibile). Menomale che Ps non ci ha tolto anche l’Hud 😂. Inoltre lo uso per segnare spot in sessione da analizzare. Quindi sì, dal mio punto di vista è uno strumento da utilizzare”.

Everbrun1 e il suo tempo

Tecnicamente quanto tempo dedichi al poker? Quanti tavoli apri contemporaneamente, quanto dura una sessione e in quale periodo della giornata giochi. Ci sono giorni/orari più profittevoli? 

“Al poker dedico 5 sere a settimana come grinding più in media 2 ore il pomeriggio quando faccio review o lezione a qualche ragazzo che acquista un pacchetto coaching da me.

Gli orari più profittevoli sono la mattina e il pomeriggio: in quelle ore il field è veramente morbido, ma io non gioco praticamente mai in questi orari, visto che preferisco dedicare quelle ore all’analisi e ai miei hobby. 

I garantiti più alti ci sono di sera ma lì ovviamente troverete un field molto più duro”.

MTT Online Alberto Cigliano

Alberto Cigliano con gli amici

Sei un giocatore a cui la parola regular si addice alla grande, non tanto per le tue frequenze di gioco, quanto per la capacità di comparire con assiduità nelle parti alte del payout finale. Come si raggiunge una certa continuità di risultati?

“Per raggiungere certi risultati devi lavorare veramente tanto sul tuo gioco e sul tuo mindset. Io sono 3 anni che mi dedico quasi full time al poker ed è normale che se sei un minimo portato raggiungerai buoni risultati. 

Essere spesso presente nei tornei giornalieri è per me una grande soddisfazione, il primo anno ero molto più incostante ma a differenza dell’ultimo anno e mezzo compensavo con settimane in cui vincevo 10K+.

Nell’ultimo periodo per quanto riguarda gli shot non li sto vedendo neanche col binocolo 😂 ma grazie alla costanza sia nel massare che nei piazzamenti riesco a portare a casa qualche soldino“.

Pensi che questa possa rimanere una tua occupazione per tanto tempo?

“Credo proprio che il poker possa essere la mia occupazione fissa per ancora tanti anni, se tra qualche anno non mi vedrai più ai tavoli live è online vorrà dire che avrò quittato il gioco o avrò broakato…”

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento