Gioco legale e responsabile

Storie di Assopoker

Fausto Oioli: la mia nuova vita tra vittorie sfiorate e… il titolo alle Winter Series

Abbiamo contattato Fausto Oioli, uno della vecchia guardia che ha cominciato tanti anni fa. È tornato recentemente a vincere online, con un titolo alle Winter Series

Scritto da
24/01/2021 17:30

1.516


Fausto Oioli e Signora

Fausto Oioli e Signora

Siamo andati a rompere le uova nel paniere di Fausto Oioli, uno della vecchia guardia, di quelli che ha cominciato quando “tutto” è cominciato.

Lo abbiamo fatto per le “Storie di Assopoker” che si arricchisce così di un nuovo capitolo e per questo lo ringraziamo.

Ciao Fausto e grazie per il tuo tempo.

Buona parte delle “nuove leve” del poker, non ti conoscerà, ma chi si è accomodato al tavolo in tempi andati, riconoscerà il tuo nome, soprattuto per chi bazzicava i live. Chi è oggi come oggi Fausto Oioli nella sua vita privata? 

“Ciao Andrea ,mi fa piacere che tu mi abbia contattato anche perché questo coincide sempre con qualche vittoria pokeristica ehhhh. Dalla chiusura di Campione sono tornato a fare l’imprenditore a tempo pieno ho una azienda che distribuisce vini e affini sul lago Maggiore dove abito”.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Consulta il confronta bonus delle principali poker rooms legali italiane: CLICCA QUI

Oioli e Minieri

Oioli e Minieri

Mi hai spiegato, quando ti ho contattato, che hai ripreso a giocare con una certa frequenza solo recentemente. Cosa ti ha portato a ricominciare?

“Purtroppo con il COVID i miei clienti sono chiusi, bar, ristoranti e nonostante io mi ritenga un giocatore live, mi sono dato al poker online.

In totale avrò un 10k di tornei tra PokerStars e Snai con un profitto totale di 30k”.

Tornando indietro nel tempo, ricordo con piacere le presenze tue e del team PRO di SNAI, insieme ad alcuni dei protagonisti della scena live di quel periodo. Come nacque la tua entrata nel Team?

“Devo dire che fare le 5 del mattino giocando a poker hanno riportato a galla ricordi ed emozioni fantastiche.

Le prime vincite nel 2010, in tre mesi 60k tra SNAI, PEOPLE e CHIVAS unico torneo organizzato da Pagàno.

Prima sponsorizzazione da parte di Match Point, poi la vincita a Venezia che ha portato me ed Emanuele Di Domenico nel team Snai PRO. Li ho provato veramente a fare il professionista, il mio obiettivo era IPO e nel 2014 sono riuscito a splittare con Domenico Del Grande”.

Oioli con la casacca di SNAI

Oioli con la casacca di SNAI

E più in generale quali sono le differenze tra il poker odierno e quello di quel tempo secondo il tuo parere. Come vedi l’evoluzione che questo gioco ha avuto rispetto al passato. Cosa manca di più?

“La differenza tra il lavoro di oggi e quello che facevo passa attraverso due river uno a Montecarlo e uno a Campione. Due colpi maledetti che mi hanno portato a vedere questo gioco come una passione e una scusa per viaggiare.

Credo tu possa condividere, sono stati anni felici ci si ritrovava a Sanremo, Campione, Venezia… Una grande famiglia che si spostava ognuno con i propri sogni e le sue storie…

CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

Beh dai basta nostalgia, speriamo si ritorni presto a giocare live visti i numeri che erano riusciti a fare Rocci & C. prima del Covid.

Non ho dubbi che si faranno eventi eccezionali sperando in un tuo contatto per chiedermi come ho fatto a vincere un torneo!!!

Ciao Andrea grazie di tutto e mi piacerebbe risentirti al commento di qualche EPT dove mi tenevi incollato per giorni.

Grazie a te Fausto, è stato davvero un piacere.