Gioco legale e responsabile

Storie di Assopoker

Intervista a Daniele Villa, il fenomeno web della risata: “sono più smemorato di coso…”

Scritto da
03/03/2019 15:30

1.590


Per le nostre Storie di Assopoker siamo andati a intervistare un personaggio che, ad un’analisi poco approfondita, sembrerebbe non appartenere ad un mondo così particolare come quello del poker e del gioco in generale.

E invece Daniele Villa, conosciuto dai più come “Genio78” ( @Zziagenio su Twitter ), esploso di recente sui social come vera e propria icona del “web-houmor”, il poker lo ha giocato eccome per un bel po’ di tempo. 

 

Il rapporto con il poker

Da questa intervista viene fuori un ritratto sincero, umile e spiritoso di un ragazzo intraprendente che si è creato una professione dal nulla e del quale, siamo sicuri, sentiremo parlare a lungo negli anni a venire.  

Ciao Dani, prima di tutto mi piacerebbe che mi parlassi di te.  Quando e dove sei nato, che studi hai fatto, viaggi, interessi e tutto quello che mi vuoi raccontare.

Sono nato a Piacenza il 17 08 78, vivo tra Piacenza e Ferrara.sono malato di calcio, gioco a calcio a 5, seguo tutti i campionati dell’universo. Mi sono diplomato da geometra e ho lavorato per 15 anni con mia padre che ha un’azienda edile, ma successivamente ho abbandonato per questo nuovo lavoro di autore.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Prima che il successo sui social ti cogliesse, io mi ricordo un Daniele Villa pokerista che ad un tratto è sparito dai radar di portali e risultati online. 

Come hai incontrato il poker?

C’è stato un periodo della vita che per un virus son dovuto rimanere a casa da lavoro per 15 giorni, siccome ero bravo a giocare a carte (al bar con gli amici, tipo briscola, briscola chiamata, scala 40, Tresette etc…) ho provato a giocare online…da lì m’è presa la scimmia e penso di aver giocato per un mese di fila tipo 15 ore al giorno

Le notti insonni

Come lo hai vissuto, cosa ti manca, se c’è qualcosa che ti manca?

L’ho vissuto benissimo, senza particolari tensioni. Mi manca quel periodo in cui ho conosciuto gente incredibile con cui stavamo alzati tutta notte a parlare di gioco, strategia, a guardare video. E mi manca quando si giocava su piattaforme con giocatori di tutto il mondo…

Cosa giocavi, live, online?

Ho fatto qualche torneo live, specialmente all’estero, ma per il 99 percento giocavo online

Come si è chiuso il cerchio?

Ho deciso di specializzarmi in tutte le varianti del Poker, che già giocavo quando c’erano le piattaforme .com…in quelle sentivo di avere qualcosa in più degli avversari, e pensavo che questo vantaggio l’avrei sfruttato sulle piattaforme con gli italiani. Ma non è andata proprio così.
Andava bene, ma ad un certo punto col calo di giocatori non c’è stato praticamente più traffico….solo i regular e qualcuno che sbagliava a iscriversi 😀

La nuova vita

Che cosa è successo esattamente che ti ha fatto cambiare strada?

Niente di particolare, ho scelto la strada di autore che mi dava più garanzia sul lungo termine!

Come è nata la passione, immagino che lo sia, di strappare un sorriso alla gente? È stato casuale?

Abbastanza casuale, sono così anche nella vita…ho scritto battute su qualche blog tipo Spinoza e poi mi sono fatto l’account su Twitter dove pian piano ha cominciato a seguirmi tanta gente….e nessuno per picchiarmi!

Cosa cambia nella vita di un ragazzo giovane, diventare un fenomeno social con il tuo seguito?

Dipende come in tutte le cose da come le affronti, esattamente come nel Poker devi avere un ottimo autocontrollo e la testa piantata a terra….altrimenti basta un attimo per tornare perfetti sconosciuti.
Per fortuna ho sempre avuto entrambe!
Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.


Penso di essere uno tra quelli che hanno cominciato a leggere le tue “vignette”, ancora prima che “esplodessi” e ho notato l’assoluta mancanza di volgarità in ciò che fai. È ancora possibile fare ironia senza usare “scorciatoie”? 

 Si può assolutamente, bisogna solo avere un po’ il cervello allenato su queste cose!

Il successo

Il tuo successo è innegabile, i tuoi post vengono ripresi anche in trasmissioni come Propaganda Live di Zoro su La7. Li hai mai incontrati, vi siete mai sentiti? Oppure loro prendono e trasmettono? Come funziona? 

No la loro trasmissione funziona così, prendono proprio dei post dal web quindi non c’è bisogno di consenso, però ho lavorato dietro le quinte ormai a circa un centinaio di lavori per comici sia per teatro, tv e web.

Non vogliamo sapere cifre e farti i conti in tasca, se ne sentono di “ogni” quando si parla di persone che si fanno spazio nel web. Maaaaaaa…si guadagna bene?

Il guadagno varia molto da cosa ti è stato commissionato e da chi. Non si diventa ricchi ma per me è il lavoro più bello al mondo (Assieme al poker)

Gli impegni presenti e futuri

È faticoso quel tipo di impegno? E soprattutto è diventata una professione? 

Non ci sono orari né giorni, io ormai ci lavoro 7 giorni su 7 ed è diventata una professione!

Tenere un ritmo come il tuo e non risultare stucchevole con la quantità di post che ti inventi, non deve essere facilissimo. Ci sono, o ci sono stati, dei momenti più o meno lunghi in cui manca la “creatività”?

Certo possono succedere giorni in cui si può essere meno ispirati, ma quando lo fai di lavoro ormai sai come riuscire a produrre comunque frasi buone e/o divertenti. Eventuali problemi devono rimanerne fuori…credo sia un’altra analogia col poker.

Come vedi il futuro del Villa? Ci sono cose succulente che stai cucinando?

Ho appena pubblicato un libro che si chiama LA VITA è COME UNA PARTITA A SCACCHI, VINCONO I MATTI.. adesso sto lavorando a una serie tv comica…STATE TUNED…

  

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento