Gioco legale e responsabile

ABC del Poker · Strategie di Poker

Come battere giocatori di poker scarsi: quattro cose da fare

Quando si affrontano giocatori di poker scarsi, la prima regola da tenere a mente è che fare le cose semplici è il modo migliore per vincere. Ecco quattro semplici punti chiave per sfruttare al massimo quella che, in fondo, è una grossa opportunità.

Scritto da
26/06/2018 11:00

3.192


Alzi la mano chi, ritrovandosi al tavolo contro giocatori di poker scarsi, non ha mai pensato di avere vita facile, salvo poi rendersi conto che – in qualche modo – è molto difficile strappare loro qualche gettone senza sudare.

La chiave per sapere come battere giocatori di poker scarsi è utilizzare le loro stesse debolezze e la loro scarsa conoscenza del gioco contro di loro. Perché sia chiaro: vogliamo che le nostre partite pullulino di player poco capaci!

Certo, a volte giocarci contro può essere frustrante, ma una volta capito come affrontarli, non desidererete altro! Ecco quattro paletti per impostare una corretta strategia.

 

giocatori di poker scarsi

I quattro pilastri per battere giocatori di poker scarsi

 

Battere giocatori di poker scarsi: fare le cose semplici

Questo è il primo e più importante dei consigli. Inutile arrovellarsi a pensare strategie raffinate per massimizzare il valore di una mano, contro questo genere di giocatori. Contro giocatori di poker scarsi, basta fare le cose semplici.

Perché? Perché la loro conoscenza del gioco e le loro skill non vanno molto oltre al pensare alla propria mano. Non serve a nulla perdere tempo a elaborare un bluff contro di loro, perché tanto le decisioni dei giocatori scarsi si baseranno semplicemente sulla forza del loro punto.

Risparmiate i vostri ricami per quei player capaci di ragionamenti più profondi.

Battere giocatori di poker scarsi: fidatevi delle loro azioni

Un concetto molto simile al precedente. Ci sono tanti tipi di giocatori di poker scarsi: quelli troppo aggressivi, quelli troppo passivi, quelli troppo tight o quelli troppo loose.

Quando, ad esempio, un calling station chiama sia al flop sia al turn, potete scommettere qualsiasi cosa che chiamerà anche una puntata al river. Questi giocatori non pensano a ciò che potreste avere voi, ma solo a ciò che hanno chiuso in relazione al board.

Per loro, la top pair equivale inequivocabilmente al nuts: bluffare e cercare di fargli foldare qualcosa che per loro è più prezioso di un diamante, è un esercizio completamente inutile – nonché dispendioso.

Stesso vale per un giocatore solitamente passivo che, all’improvviso, si mette a puntare o addirittura a rilanciare. Anche se l’unica mano che potrebbe avere in grado di battervi è una mano statisticamente improbabile, al 99% sarà proprio ciò che possiede.

Battere giocatori di poker scarsi: value bet che è un piacere

Non abbiate paura di andare in value bet ogni volta che avete una mano forte. Contro giocatori scarsi, in particolare se nel corso della mano hanno dimostrato la volontà di arrivare allo showdown – come nel primo esempio di cui sopra – la value bet è l’unica cosa da fare per estrarre il massimo valore.

Detto questo, attenzione a quando arrivati al river voi puntate, e il vostro avversario improvvisamente piazza un raise, dopo aver giocato in maniera passiva (leggasi: aver fatto sempre e solo call).

Questo genere di rilanci, da parte di questo genere di giocatori, solitamente si traduce in una mano molto forte.

Battere giocatori scarsi: non svegliate il can che dorme!

Ci sono giocatori scarsi che lo sono perché di fatto non gli importa nulla di imparare come giocare bene. Altri, invece, sono semplicemente dei principianti ai quali manca un po’ di esperienza per capire come affrontare le varie situazioni al tavolo.

A prescindere dal perché un player non sia capace di giocare, mai insultarlo per quanto giochi male. Anche se a volte un colpo di fortuna permetterà loro di sottrarvi un bel piatto, volete che i giocatori scarsi… be’, rimangano tali.

Un altro effetto indesiderato di scagliarsi contro un pessimo giocatore è vederlo alzarsi dal tavolo per non tornare mai più. Questo si traduce in un minor expected value delle vostre sessioni: perché mai fare un autogol del genere?

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento