GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

ABC del Poker · Iron

Strategia di base: le reverse implied odds

Scritto da
24/08/2013 07:41

12.078


Quando si parla di reverse implied odds, in linea di massima si vuole indicare una situazione nel poker in cui completare il proprio draw non è una cosa positiva.

Pur se tale definizione è assai semplificata, in realtà spiega chiaramente di cosa si tratta: le RIO entrano in gioco quando il punteggio a cui state mirando può risultare come seconda mano migliore.

Se avete 6 7 e state inseguendo il colore, potreste avere reverse implied odds assai elevate se un vostro avversario sta facendo lo stesso con a j . Con le necessarie carte a picche sul board, paghereste profutamente il flush più alto chiuso dall’altro giocatore.

Ecco perché dovreste selezionare con cura i vostri draw e praticamente rinunciare ad inseguirli su board con coppie. In quest’ultimo caso, infatti, se l’opponent non ha ancora chiuso un full-house è possibile che una delle vostre outs gli torni utile allo scopo, e se invece l’ha già centrato allora siete praticamente drawing dead e la cosa peggiore che possa capitarvi è proprio che esca la carta che vi serve per chiudere il progetto.

E nell’ipotesi invece che completiate la vostra scala o colore e lui non abbia in realtà il full-house, è possibile che non riusciate ed estrarre il giusto valore dal vostro punteggio visto che il board apparirà particolarmente scary.

Naturalmente, questi esempi servono soltanto a farvi intuire la portata del fenomeno, ma se un oppo iper-tight apre da posizione di under the gun per 3 volte il big blind e sul flop arrivano 2 2 3 , è probabile che non abbia migliorato la sua mano di partenza e pertanto potrete inseguire con abbastanza sicurezza il vostro eventuale draw qualora abbiate le giuste pot odds per farlo.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento