Gioco legale e responsabile

ABC del Poker · Strategie di Poker

Poker online: i 5 motivi per i quali non riesci (ancora) a vincere ai micro stakes

Vincere ai micro stakes può sembrare un’impresa piuttosto facile, e allora come mai ci sono così tante persone che non ci riescono? Ecco i 5 motivi principali.

Scritto da
22/11/2020 11:30

2.730


I micro stakes sono i livelli più bassi del poker, non solo dal punto di vista economico, ma anche per quanto riguarda le skill dei giocatori che si incontrano al tavolo. Ovviamente è normale: chi si approccia per la prima volta al poker lo fa – giustamente – investendo pochi spiccioli.

Eppure, ci sono tantissime persone che non riescono a vincere ai micro stakes, neppure contro i giocatori più inesperti e meno abili al mondo. Se rientri in questa categoria, non ti preoccupare: probabilmente stai commettendo questi 5 errori!

Non hai un piano di battaglia

Ti getti nella mischia e cominci a giocare e “vediamo come va”.

Solo perché i limiti sono bassi, non significa che tu non debba avere un piano di battaglia, tutt’altro. Se vuoi avere successo nel poker, anche ai mirco stakes, devi sapere esattamente cosa vuoi ottenere e quando.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Per esempio, creare obiettivi economici chiari, prima di salire di livello o eventualmente per scendere se le cose vanno male. Per esempio:

  • Salire allo €0,02/€0,05 quando il tuo bankroll raggiunge i 150 euro
  • Salire allo €0,05/€0,10 quando il tuo bankroll raggiunge i 300 euro
  • Salire al €0,10/€0,20 quando il tuo bankroll raggiunge i 750 euro

E così via.

Non hai il bankroll

Per evitare di andare broke, ti serve anche un bankroll. Non fare quella faccia: giocare due centesimi per volta può sembrarti una sciocchezza, ma devi pensare il termini di buy-in.

In questo caso, il suggerimento di molti esperti è quello di avere almeno 30 buy-in per qualsiasi stake a cui stai giocando. Se per esempio il limite più basso è di €2, questo significa che dovresti cominciare con un bankroll di almeno 60.

Se vuoi fare le cose seriamente nel poker, il bankroll deve essere il tuo punto di partenza.

Azzardi troppo

Il poker è un gioco di abilità, dove la fortuna conta, certo, ma non al 100% come ad esempio nella roulette, nelle slot online o nel blackjack.

Se giochi troppe mani e/o cerchi di vincere ogni singolo piatto, non andrai lontano neppure ai micro stakes. Per fare profit a questi livelli ci vuole infatti molta disciplina, perché spesso le sessioni possono essere noiose.

Devi giocare tight pre-flop e fare molti fold disciplinati dopo il flop.

 

Micro Stakes

 

Non hai pazienza

Questo punto è legato a doppio filo al precedente: devi essere molto paziente ai micro stakes, se vuoi avere successo.

Vuoi sapere qual è il segreto più importante per vincere ai micro stakes? Foldare. Foldare tanto.

Questo perché a livelli così bassi, il bluff praticamente non esiste: se un giocatore punta, lo fa perché ha qualcosa. Resta solo da capire se quel qualcosa è migliore della tua mano oppure noi: se la risposta è sì, folda.

Non controlli le tue emozioni

Infine, uno dei motivi principali per i quali di solito i giocatori non riescono a vincere ai micro stakes è l’incapacità di controllare le proprie emozioni quando sono seduti al tavolo da poker.

Questo conduce inevitabilmente al tilt, che porta a prendere scelte scellerate e, infine, a perdere. Ineluttabile, per dirla alla Thanos – il terribile Titano nemico numero uno degli Avengers.

Prendi consapevolezza di una cosa: il poker non funziona nel modo in cui vuoi tu. Solo perché hai giocato tutto con due assi, questo non significa che devi vincere. Quel 20 o 30 percento di probabilità che il tuo avversario ha di batterti, significa che in media 2 o 3 volte su 10 il piatto andrà a lui.

Il poker è un gioco a lungo termine, non dimenticarlo mai!

Tag: