Gioco legale e responsabile

ABC del Poker · Visitatore

Strategia di base: i suited connectors e i piatti multiway

Scritto da
24/09/2012 07:41

11.634


In parecchi manuali d’introduzione strategica al poker Texas Hold’em, viene spesso evidenziato il concetto che i cosiddetti suited connectors ottengano maggior valore in situazioni multiway.

In base a questa logica, pertanto, se il dealer vi ha distribuito qualcosa come 7 8 allora sarà meglio che nel piatto ci siano altri cinque avversari piuttosto che soltano uno o al massimo due.

Sfortunatamente, però, questa linea di pensiero va presa con le pinze, poiché basta ad esempio ricordare come tali starting hand raramente centrarenno scale o colori direttamente sul flop. Più spesso, invece, vi troverete con soltanto una drawing hand. E se nel piatto ci sono altri quattro o cinque giocatori allora con buona probabilità almeno uno di essi avrà già chiuso un qualche tipo di punteggio.

Per quanto riguarda i suited connectors più bassi, essi avranno poco valore al di fuori di una scala o di un flush perché eventuali coppie o anche doppie coppie saranno virtualmente inutili visto che possono essere battuti da parecchie altre mani. Più in generale, infine, anche nel caso che abbiate chiuso una scala od un colore, dovrete comunque prestare molta attenzione qualora non abbiate hittato il nuts.

Naturalmente, quanto detto finora non ha l’obiettivo di scoraggiare l’azione con i suited connectors, ma serve piuttosto a chiarire alcuni aspetti di base su queste mani di partenza che riscuotono sempre un gran successo soprattutto fra i giocatori principianti. Il miglior modo di utilizzarle, per un’aspettativa positiva nel lungo periodo, sarà quando avrete posizione, quando entrambe le carte saranno delle figure e/o quando andrete in semi-bluff contro un avversario weak.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento