Gioco legale e responsabile

ABC del Poker · Strategie di Poker

Chris Moorman: “I miei 5 consigli per fare 3-bet in posizione”

Chris Moorman, uno dei giocatori di poker online più vincenti della storia, ci spiega come migliorare in uno dei fondamentali: la 3-bet.

Scritto da
15/07/2021 10:30

1.649


Nel poker, ci sono alcune mosse di base che devono far parte dell’arsenale di ciascun buon giocatore. E chi meglio di un campionissimo come Chris Moorman, per darci alcune dritte a riguardo?

L’ambasciatore di 888poker ci regala 5 consigli sulla 3-bet, e in particolare su come e quando farla quando siamo in posizione.

 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.
Chris Moorman

Chris Moorman (photo courtesy of PokerNews)

 

Prendere l’iniziativa

Quando piazziamo una 3-bet, dice Chris Moorman, diventiamo in quel momento gli aggressori del pre-flop. Questo ci garantisce più opportunità per vincere la mano, perché il nostro avversario potrebbe semplicemente foldare, concedendoci il piatto senza neppure andare al flop.

Secondariamente, la nostra continuation bet a seguito del check altrui al flop potrebbe portare nuovamente al fold. Ultimo, ma non ultimo, la nostra forza mostrata nel pre-flop potrebbe tornarci utile al river, quelle volte in cui blufferemo e costringeremo oppo a gettare le sue carte nel muck.

Cercare l’heads-up

Una 3-bet ha come effetto collaterale quello di alzare il prezzo d’ingresso per i giocatori che devono parlare dopo di noi. Di conseguenza, possiamo aspettarci un piatto meno affollato e quindi avremo maggiori possibilità di vincerlo.

Controrilanciando, ci assicuriamo di evitare quei tipici guai che possono capitare quando mani random riescono ad arrivare a vedere il flop a poco prezzo, scoppiando il nostro punto.

Evitare gli squeeze

Facendo solo call al raise dell’avversario pre-flop, spiega Chris Moorman, rimaniamo vulnerabili nei confronti di eventuali squeeze/4-bet di giocatori seduti alla nostra sinistra. Andando in 3-bet, gli avversario dovranno piazzare una cold four-bet.

La dimensione degli stack determina la scelta delle mani

Secondo Chris Moorman, se piazzare o meno una 3-bet è dettato dalla dimensione dello stack. Siamo deep o siamo short?

  • Deep stack: piazziamo 3-bet con mani che possono chiudere coppie alte, colori e scale
  • Short stack: piazziamo 3-bet con mani blocker come A-X

Adattare la size di 3-bet

Allo stesso modo, la dimensione della 3-bet dipende dalla dimensione del nostro stack. Per Chris Moorman, se siamo deep possiamo controrilanciare di più, mentre se siamo short dovremmo usare un importo inferiore:

  • Deep stack: 3-bet circa 3,25x
  • Short stack: 3-bet circa 2,5x

Chris Moorman, ecco il video con i consigli sulla 3-bet