Gioco legale e responsabile

Psicologia · Visitatore

Il poker online e la psicologia di un “fish”

Scritto da
20/09/2015 12:23

19.577


Le giocate di un fish seguono una propria logica...Con l’avvento del cash game online i tavoli da poker, specie ai limiti più bassi, si sono popolati di giocatori al momento piuttosto impreparati, che compiono giocate fantasiose, matematicamente sbagliate e spesso insensate agli occhi di chi abbia compreso almeno le basi: perché allora un fish è tale?

Potremmo dire che, così come in culture differenti una stessa azione può essere valutata in modo diverso, analogamente quello che a un giocatore appare una scelta senza senso per un pokerista occasionale questa può essere perfettamente logica: semplicemente queste due persone sono mosse da motivazioni ed obiettivi molto diversi fra loro.

Chi fa del poker se non una professione quantomeno un hobby redditizio cerca infatti di compiere giocate con un’aspettativa di vincita positiva nel lungo periodo, un approccio che è in grado di massimizzare i guadagni e quindi perfettamente coerente ad una logica legata al profitto.

Purtroppo non sempre si trova il 'gutshot'...Tuttavia, il gioco del poker è dai più vissuto come un divertimento occasionale, capace di distrarre e coinvolgere ma nel quale non è importante investire troppo: le regole sono semplici, le cifre in ballo possono essere molto basse, cos’altro ci può essere da sapere? Divertimento in quest’ottica significa anche disimpegno intellettivo: ecco perché lo studio del gioco viene ignorato.

Questo spiega, ad esempio, perché giocatori scarsi restino coinvolti in molti piatti, spesso con mani marginali: semplicemente perché si sono seduti per giocare a poker, e quindi questo non è un mezzo così come per il grinder, ma il fine ultimo.

Non si tratta pertanto di giocate illogiche in senso assoluto, ma piuttosto di giocate che seguono una logica diversa, tendenzialmente ad aspettativa di vincita negativa. Inseguire progetti fuori odds per esempio non è affatto assurdo, secondo questa prospettiva: un “fish” non sa quale sia la probabilità che il suo flush draw si concretizzi, né gli interessa, perché come un eroe romantico continuerà ad inseguirlo semplicemente perché è possibile. Che poi questo non sia profittevole, è davvero tutt’altra faccenda…

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento