Gioco legale e responsabile

Psicologia

Sapere le carte di oppo o prevedere il board? I poteri mentali nel poker

I poteri mentali sono sempre stati oggetto di discussione, in tutti i campi della vita, ma nel poker in particolare. Tra immaginario collettivo, studi scientifici, scaramanzia e varie, regna una gran confusione. Eppure non è tutto campato in aria.

Scritto da
01/05/2021 14:30

866


Poteri mentali

Poteri mentali

Il pezzo che state leggendo è stato scritto per PokerNews da Ashley Adams ed è tutto fuorché una bufala, poiché ci sono riferimenti scientifici approfonditi che potrete consultare e riguarda i poteri mentali.

Poteri mentali

Mi capita spesso di chiedere ad altri giocatori di poker quale potere psichico preferirebbero avere, chiaroveggenza (sapere quali carte appariranno al flop, turn e river) o telepatia (la capacità di conoscere le carte in mano ai loro avversari).

La domanda quasi sempre avvia una conversazione.

L’argomento porta invariabilmente a ulteriori domande sull’esistenza di uno dei due poteri. 

Ci sono state molte supposizioni sulle abilità psichiche nel corso degli anni. 

Se dovessero esistere, sarebbe possibile usarle a tuo vantaggio al tavolo da poker?

Prima di ignorare l’argomento, prova a considerare questo. 

Doyle Brunson e molti altri hanno affermato di credere nelle capacità psichiche. 

Uri Geller raggiunse uno status quasi di culto e ricevette un’attenzione diffusa dai media mainstream (incluso un articolo su Nature) per le sue numerose dimostrazioni di psicocinesi, la capacità di muovere e alterare oggetti fisici con la sua mente, e di visione a distanza, cioè la capacità di vedere oggetti che non si trovano nel suo campo visivo fisico.

Gli scienziati Harold Puthoff e Russell Targ, in collaborazione con lo Stanford Research Institute e successivamente con la Science Applications International Corporation, hanno studiato entrambi i fenomeni psichici. 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Per intenderci, lo studio era così approfondito che hanno condotto ricerche finanziate dalla NASA e dalla CIA. 

Dopo numerose indagini, Puthoff e Targ hanno annunciato al mondo in una conferenza in Svizzera di aver dimostrato l’esistenza della psicocinesi!

L’autore contemporaneo Sunil Padiyar ha scritto un paio di libri sull’argomento, abbracciando pienamente la capacità di un giocatore di poker di impiegare poteri psichici per aumentare le sue possibilità di vincita. 

Il libro sui poteri mentali applicati al poker

Ecco parte della descrizione del suo libro “Psychic Poker”:

“Gli esseri umani possiedono un campo energetico sottile che avvolge il corpo fisico. Quando esso viene attivato, è in grado di produrre poteri di intuizione e lungimiranza notevolmente precisi. 

Sotto il tessuto ingannevole della realtà quotidiana, i campi energetici combattono continuamente guerre per determinare chi “ha fortuna”.

Gli individui che possiedono tali campi energetici attivi, domineranno quelli con campi energetici passivi. Ma come puoi attivare il tuo campo energetico e utilizzarlo al tavolo da poker? 

Il libro fornisce le risposte presentando tecniche pratiche per sfruttare i poteri psichici e utilizzarli per vincere al tavolo da poker.”

Per una persona abituata a trattare con la ragione e l’universo conoscibile, tutto questo suona ridicolo, persino fraudolento, poco più che affidarsi alla superstizione e al soprannaturale per vendere un libro di poker. 

Le parole di Doyle Brunson

Ma prima di arrivare a una conclusione affrettata, diamo un’occhiata in particolare a ciò che ha scritto una volta Doyle Brunson su ESP e poker in Super / System:

“Credo che alcuni bravi giocatori di poker impieghino effettivamente un certo grado di percezione extrasensoriale (ESP). 

Anche se non ho mai studiato l’argomento in modo approfondito, mi sembra che ci siano troppe prove per ignorare che la ESP esista o che la maggior parte delle persone ce l’abbia, almeno in una certa misura. 

Tutti hanno avuto l’esperienza di stare di fianco a qualcun altro in un’automobile e pensare a una canzone, poi essere sorpresi di sentire il suo compagno iniziare a cantare quella stessa canzone”.

A prova dell’esistenza dell’ESP, Brunson continua raccontando come è stato in grado di prevedere le carte esatte che il suo avversario aveva in mano.

Non dubito che Brunson abbia ragione su ciò che lui e gli altri hanno vissuto. 

Ma queste esperienze possono essere spiegate logicamente e senza l’esistenza di poteri mentali.

Il cervello può assorbire molte cose grazie al proprio livello di coscienza. 

Sì, ok, ma le dimostrazioni?

Le carte esposte durante la raccolta del mazzo, i patterns acquisiti nelle distribuzioni delle carte precedenti, o ancora una comprensione rudimentale del meccanismo del mescolamento da parte del dealer, possono combinarsi nel nostro subconscio per dare al nostro cervello una certa conoscenza delle carte che potrebbe sembrare chiaroveggenza. 

Allo stesso modo, un’abile lettura di “tell” può essere scambiata per una lettura di tipo psichico della mano di un avversario, sebbene non lo sia.

La memoria selettiva spiega anche molte cose che possono essere scambiate con i fenomeni psichici. 

Molti di noi hanno davvero avuto l’esperienza di sapere che qualcosa stava per accadere e poi di vederlo realmente, inclusa quale carta sarebbe uscita al river.

Ma nello stesso tempo ognuno di noi ha avuto molte esperienze di “sapere” che qualcosa stava per accadere, e poi in realtà non è successo niente. 

Succede così spesso che non ce lo ricordiamo. 

Ma quando quello che pensavamo sarebbe accaduto è accaduto, non lo dimenticheremo. 

Per questo motivo lo ricordiamo e pensiamo che fosse la prova che avessimo poteri psichici. 

Ma non lo erano. Era solo memoria selettiva.

Il più celebre smascheratore dei fenomeni psichici è il mago James Randi. 

Ha offerto $ 1.000.000 a chiunque potesse dimostrare effettive abilità psichiche. 

Nessuno si è mai fatto avanti.

Le conclusioni

È semplice concludere che, poiché nessuno ha mai rivendicato con successo questo premio dimostrando un’abilità psichica, non esiste nessuno con tale capacità. 

In effetti, grazie almeno in parte al rigoroso smascheramento di Randi, la comunità scientifica ha in gran parte respinto quegli studi precedenti condotti da Puthoff e Targ. 

In retrospettiva, i loro studi sono stati rivisti a causa della mancanza di una stretta aderenza alla metodologia scientifica.

Ma anche così, mi resta una domanda senza risposta. 

Se qualcuno possedesse poteri psichici, anche un milione di dollari in contanti attirerebbe quella persona a farsi avanti? 

Un giocatore di poker, in grado di conoscere psichicamente le carte degli avversari o prevedere con precisione quali carte usciranno dal mazzo, non farebbe tutto ciò che è in suo potere per nascondere questa abilità in modo da poter continuare a usarla senza essere scoperto in futuro? 

Sicuramente la persona non farebbe saltare la sua copertura sottoponendosi a un test pubblico, indipendentemente dal premio.

Allora, cosa ne pensi? I poteri psichici sono reali?

Aspetta… non dirmelo. 

Penso di sapere cosa dirai.