GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Tornei

Jason Mercier e un eccellente bluff all’Aussie Millions 100k: l’analisi di Simone “spera91” Speranza

Scritto da
05/02/2016 09:30

2.339


Pur nella complessità delle sue tante variabili, il poker rimane un gioco sintetizzabile in maniera semplice, quella che ricorda gli unici due modi per vincere: avere la mano migliore, o far passare la mano migliore.

Guardare i tornei tra i più forti al mondo ogni tanto ci regala esempi ad alto livello di tutto questo, come è accaduto in uno spot tra Jason Mercier e Byron Kaverman al recente 100k Challenge dell’Aussie Millions di Melbourne, ripreso in live streaming con il commento di Jason Somerville.

mercier-100k-670

Da hi-jack, Mercier apre a 8000 con uno stack globale di 300.000 chips. Pur essendo uno streaming a carte scoperte, al momento non sappiamo cosa il campione da Fort Lauderdale abbia in mano. Sappiamo invece che Byron Kaverman sta sul bottone con k k e uno stack di 226.000. Lo stetunitense si limita al call, facendo entrare nel piatto anche Martin Jacobson, che siede sul big blind con j 8 e uno stack simile a quello di Kaverman.

Il flop è 6 4 5 , Jacobson fa check, Mercier effettua una continuation bet a 11.500, Kaverman sceglie ancora di limitarsi al call mentre Jacobson folda.

Il turn è un 5 , Mercier checka e Kaverman, dopo qualche istante di riflessione, punta 15.000. Jason a questo punto sceglie il check-raise, alzando la posta fino a 67.500. Kaverman chiama e si arriva al river che è un a .
Il piatto è ormai di 187.000 fiches, e Mercier opta per l’allin da 213.000. Kaverman spende tutto il timebank a disposizione, prima di optare per un sofferto fold. Solo dopo il colpo vediamo la mano di Mercier, che è un q 7 !

Un bluff molto interessante, che siamo andati ad analizzare con l’aiuto di Simone “spera91” Speranza, coach di Pokermagia MTT.
“Fino al flop mi sembra tutto abbastanza standard. La parte interessante inizia al turn, dove probabilmente mercier decide di check/raisare perché ha pensato che fosse la linea con la quale avrebbe massimizzato la fold equity tra turn e river, rispetto a un più classico bet-bet-bet, è la prima osservazione di Spera.

La chiave dello spot, secondo il coach di Pokermagia, potrebbe risiedere nella scelta di Kaverman sulla quarta strada: “Posto che naturalmente Jason aveva già plannato tutto, potrebbe essere stato indotto a scegliere il check raise proprio dalla size che Byron usa al turn (puntando 15.000 su un piatto da 52.000).”

Infine, un occhio all’azione sul river. “Qui, tra l’altro, Jason potrebbe decidere di giocare nella stessa maniera tutte le combo di A7 o Ax a cuori, quindi in questo caso diventa tutto più semplice bluffare per lui, e ovviamente più semplice anche per Kaverman foldare KK.”

Ecco il video integrale della mano:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento