Gioco legale e responsabile

ABC del Poker · Psicologia · Strategie di Poker

Strategie di poker: conta di più la logica o l’intuizione?

Qual è la cosa più importante quando si approntano le strategie di poker, la logica o l’intuizione? La risposta è che servono entrambe. Senza logica non si può essere giocatori vincenti, ma senza intuizione si diventa troppo leggibili agli occhi degli avversari.

Scritto da
11/06/2020 10:30

1.461


Le migliori strategie di poker si fondano sulla logica o sull’intuizione? Per quanto entrambi siano elementi immancabili, possiamo vedere la logica come le fondamenta delle strategie di poker, e l’intuizione come la personalizzazione di tali fondamenta.

Senza logica, non esistono strategie di poker vincenti, ma se ci si basa solo su questo elemento, alla lunga si diventa particolarmente leggibili per gli avversari, che troveranno il modo di exploitarci. Ed è qui che entra in gioco l’intuizione.

 

strategie di poker

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

 

L’esempio di Rolf Slotboom

In un articolo del Poker Digest di ormai quasi vent’anni fa, Rolf ‘Ace’ Slotboom si concentrava su alcuni luoghi comuni del poker. Giocando al limit hold’em, affermava Slotboom, quasi tutti i player intuitivamente rilanciavano pre-flop con A-K.

Tuttavia, secondo Slotboom si trattava di una logica sbagliata. Che fossero suited o meno, A-K andrebbero giocati facendo limp pre-flop. Questo perché rilanciando, affermava ‘Ace’, si rischia di far foldare mani dominate come A-T o K-J, su cui ovviamente A-K ha un grosso vantaggio.

Meglio che i giocatori con quelle mani non siano costretti a foldare, potendo così contribuire ad ingrandire il piatto. Inoltre, facendo limp quando A-K centra il flop (circa una volta su tre) ci si trova nella perfetta posizione di fare check-raise.

Un altro motivo per cui con A-K Slotboom consigliava di non rilanciare pre-flop è che da early position potrebbe capitare di dover affrontare un raise di un player in posizione.

L’abilità di capire qualcosa immediatamente

Sempre in un numero del Poker Digest (maggio 2001), lo psicologo del poker Alan Schoonmaker esplorava i concetti di logica ed intuizione.

“Alcune persone hanno l’abilità di ‘sapere’ qualcosa pur senza un ragionamento analitico, riempiendo il vuoto tra le parti consce e inconsce della nostra mente, e tra istinto e logica”, scriveva. L’intuizione è l’abilità di capire qualcosa immediatamente, senza bisogno di un ragionamento consapevole. Dovremmo permettere alla nostra intuizione di guidarci”.

Effettivamente avrete notato anche voi come alcuni giocatori di poker hanno una specie di sesto senso. Lo stesso Doyle Brunson, nel suo Super/System, consigliava: Affidatevi alla vostra prima impressione. Abbiate il coraggio delle vostre convinzioni.

Strategie di poker: servono sia logica sia intuizione

Naturalmente il consiglio di Brunson è tanto vero quanto siete intuitivi, ma ci sono pro e contro. Il dottor Schoonmaker osservava, riferendosi alla logica: Tramite la logica si può vincere costantemente, perché molti giocatori agiscono in maniera illogica.

Molti giocatori, come detto, sono piuttosto intuitivi, mentre altri devono affidarsi alla logica quando prendono decisioni chiave. Attenzione però, perché se usate sempre e solo la logica, i giocatori migliori impareranno a leggervi.

“Perciò, utilizzate le vostre intuizioni di tanto in tanto. Siate selettivi. Variate le giocate”, affermava Schoonmaker. “Altrimenti siete destinati a perdere. Giocherete nelle partite sbagliate e utilizzerete le strategie di poker sbagliate.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento