Gioco legale e responsabile

Varianti · Visitatore

Il gioco dell’H.O.R.S.E.

Scritto da
20/04/2009 03:36

8.521


Molti giocatori mi conoscono solo come commentatore di poker in alcuni show americani come “Poker After Dark” e “National Heads-Up Poker Championship”, ma sono anche un discreto giocatore di limit hold’em e mixed game. Amo molto l’H.O.R.S.E. e per questo motivo ho pensato di dare qualche consiglio per ognuna delle cinque varianti giocate.

Hold’em: visto che nell’H.O.R.S.E. ci sono tre giochi di stud e solo due giochi in cui vedi il flop, la maggior parte dei giocatori hanno un background molto solido nello stud. Di conseguenza non giocano ad hold’em bene come i giochi “stud”. Quando hai identificato i giocatori più deboli durante il turno di texas hold’em, allora devi cercare di attaccare i loro bui anche con un range di mani più ampio. Spesso passeranno prima del flop, oppure se chiamano, faranno check e folderanno se non avranno legato nulla, cosa che di solito i giocatori esperti di texas hold’em sono meno propensi a fare. Giocare in maniera aggressiva contro questo tipo di giocatori molto chiusi e deboli può dare ottime soddisfazioni.

Omaha Hi/Lo: nei giochi in cui il piatto viene spesso diviso tra miglior punto alto e miglior punto basso, la situazione ideale è che ci siano almeno tre o più giocatori che partecipano alla mano (lo stesso discorso vale anche per lo Stud Hi/Lo). Proprio perchè il piatto viene diviso, serve a ben poco se siete tu e l’altro avversario a dividervi quello che avete messo fino a quel momento nel piatto; il gioco diventa conveniente solo se si dividono anche le chips messe da un terzo giocatore. Questo è l’unico modo con il quale riuscirai a guadagnare delle chips. Cerca di vedere una mano invece di rilanciare quando hai in mano A-2-X-X e l’asso non è suited e/o le altre due carte non legano tra loro (Esempio: A-2-7-K offsuit). Con pochi giocatori al tavolo oppure se sei tra gli ultimi a parlare (late position) la storia è diversa, ma variare il tuo modo di giocare A-2 preflop ti permette di confondere gli avversari e di passare la mano senza problemi se scendono carte alte al flop. Tra le altre cose, evita le coppie medie. Ti spingono a correre molti rischi ed anche quando leghi un set al flop, corri sempre il rischio di perdere contro una scala o un colore.

Ecco un esempio preso da una partita H.O.R.S.E. quando avevo una mano potenzialmente molto forte e volevo che il maggior numero di giocatori partecipasse al piatto. Avevo *a 4 7 6 ; ho chiamato da posizione intermedia, poi c’è stato un rilancio del buio, ho visto il rilancio e mi sono ritrovato con quattro giocatori al flop. Al flop sono usciti 2 3 k : era un ottimo flop per me, visto che mi dava quattro quinti di scala bassa “nut”, quattro quinti di colore “nut” e una scala a incastro. Il piccolo buio ha puntato ed il giocatore alla mia destra ha passato. Il flop era troppo grosso per rilanciare, quindi ho solo chiamato sperando nella chiamata del giocatore di bottone. Se avessi chiuso un punto volevo il maggior numero di giocatori nel piatto. Il bottone ha deciso di rilanciare, il piccolo buio ha chiamato e a questo punto visto che eravamo in tre era logico contro-rilanciare. Alla fine ho contro-rilanciato e tutti e due hanno chiamato.

Al turn è uscita una carta alta inutile e tutti e tre abbiamo fatto check (questo anche grazie al mio contro-rilancio al flop). Al river è uscita la carta perfetta per me, il 6 , che mi ha dato il miglior punto “low” e il colore “nut”, e visto che non c’erano coppie tra le carte comuni, ero sicuro che fosse anche il miglior punto “high”. C’è stata molta azione al tavolo, e dopo aver esaurito le puntate siamo giunti allo showdown. Alla fine il bottone aveva un colore meno forte del mio ed il piccolo buio aveva A-4, che gli ha permesso di dividere con me il piatto Lo, facendomi quindi vincere tre quarti di un grosso piatto. Se sei un neofita dell’Omaha Hi/Lo e ci sono molte persone in una mano, dovresti avere una mano che ti permette di vincere sia il piatto High che quello Low prima di rilanciare al river, altrimenti chiama semplicemente se hai solo il punto nut High o solo quello Low.

Razz: il mio consiglio migliore per il Razz è quello di non spingere troppo una mano all’inizio e non inseguire un punto. Anche quando hai A-2-3 all’inizio, cioè la migliore mano possibile, penso sia meglio rilanciare e poi semplicemente chiamare se un giocatore controrilancia (questo aiuta anche a nascondere il tuo punto). Essere il favorito nella 3rd street non vuol dire molto nel Razz perchè la cosa importante è legare alla 4th street una carta migliore del tuo avversario e sfruttare la forza delle tue carte. Non aver paura di fare check-fold se hai dei progetti bassi e alla 4th street trovi una carta che non aiuta il tuo draw, e il tuo avversario ha due carte più basse della tua carta più alta (esempio: hai 2-8 e le tue carte scoperte sono 6-K mentre il tuo avversario mostra 7-6). È molto probabile che giocherai ad inseguire per altre due streets e questo se il tuo avversario non migliora il suo punto.

Stud Hi: non inseguire il punto quando vedi una coppia scoperta più forte della tua, a meno che tu non abbia diversi progetti che affiancano la coppia (esempio: 89TJJ contro KK). Se non hai altri progetti, ti capiterà troppe volte di avere ad esempio doppia coppia e perdere contro una doppia coppia migliore o un tris del tuo avversario. Fai attenzione anche alla “door card” del tuo avversario (la prima carta scoperta o la carta della 3rd street) visto che ti può aiutare ad intuire la sua mano iniziale basandoti sulle puntate fatte – di solito una split pair oppure tre carte a scala o a colore.

Stud Hi/Lo: questo è il gioco che i principianti giocano peggio. L’errore più grave è quello di giocare le split pair tra i 9 ed i K in un tavolo completo (con pochi giocatori si può essere più flessibili). In queste situazioni si hanno già almeno due carte che non aiuteranno ad ottenere il low (dall’ 8 in su per qualificarsi) e finiranno per cercare dei progetti solo per la parte Hi del piatto. Se sei in “draw” per il punto basso puoi anche giocare allo stesso tempo per il punto alto. Se hai A-2-4-7 puoi perdere il piatto low e avere una doppia coppia, un tris, un colore oppure nella migliore delle ipotesi chiudere il punto low e avere una scala o uno dei punti high precedenti. Cerca di evitare le mani che ti permettono di vincere solo la parte high del piatto.

In conclusione penso che le partite di H.O.R.S.E. diano grandi soddisfazioni perchè ci sono poche persone che sanno giocare bene tutte le varianti, quindi se fai pratica e diventi bravo in tutti e cinque i giochi, allora avrai un grande vantaggio.

20-4-2009

Alì Nejad

 

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento